Entro il 15 luglio si completerà l'estensione del rinnovo del Processo Tributario Telematico a tutte le Commissioni Tributarie italiane. In particolare, in Calabria, Sardegna e Sicilia, dal 15 giugno al 1° luglio sarà avviata la fase sperimentale del PTT, che diventerà definitiva, ma non ancora obbligatoria, per tutto il 2017. L'obbligatorietà del ricorso trasmesso per via telematica scatterà nei primi mesi del 2018. Gli addetti ai lavori hanno dunque tutto il tempo per abituarsi alla nuova modalità di esecuzione del processo tributario, che comporterà grande risparmio di tempo e denaro.

Ad oggi ci sono poche regole da seguire se si opta per il PTT.

Innanzitutto, pur non essendo ancora #obbligatorio, comunque il deposito telematico ha valore legale. E' possibile scegliere l'opzione telematica anche se la controparte sceglie il procedimento tradizionale, ovvero mediante deposito cartaceo; tuttavia, se in primo grado si è scelto di utilizzare la modalità informatizzata, in appello si deve continuare con il processo online, salvo sostituzione del difensore.

Attualmente, con il PTT è possibile notificare ricorsi e appelli, costituirsi in giudizio, consultare il fascicolo telematico ed estrarre copia degli atti, depositare atti e documenti informatici. Il funzionamento è molto semplice. Si deve effettuare l'autenticazione alla piattaforma online "Sistema Informativo della Giustizia Tributaria" (SIGIT), messa a punto e gestita dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.

I migliori video del giorno

Una volta effettuato l'accesso al sistema SIGIT, il professionista troverà un'area personale da cui poter scegliere la #commissione tributaria dalla quale vuole agire e il tipo di procedura, compilare al nota di iscrizione a ruolo con i dati identificativi della procedura, caricare i file esclusivamente in formato PDF/A ed effettuare il deposito del ricorso o dell'appello.

Occorre precisare che i file caricati non possono essere firmati e scansionati. Occorre firmare digitalmente il file in modo da garantire che questo abbia estensione *.pdf.p7m. In ogni caso, sono state rese pubbliche le linee guida che forniscono tutte le spiegazioni relative al sistema SIGIT, alle modalità di accesso e all'utilizzo dei servizi del #processo tributario telematico, con la circolare n. 2/DF del 11.05.2016. Inoltre, si possono consultare anche le istruzioni e le FAQ disponibili sul sito del Portale, cliccando su Assistenza Online.