La più popolare applicazione per la comunicazione istantanea, WhatsApp, stupisce ancora con un nuovo fantastico aggiornamento: dopo mesi di preparazione sono in arrivo le chiamate vocali. E' stato un utente indiano a riportarlo su un forum di Tecnologia, pubblicando immagini e video di questo aggiornamento capitato molto probabilmente in modo del tutto fortuito ad alcuni suoi connazionali che se lo sono ritrovati sull'ultima versione di Android del loro Smartphone nonostante non sia stato pubblicizzato nemmeno sul canale ufficiale Play Store di Google.

Pubblicità

Uno di questi video finiti su YouTube e che non è stato ancora cancellato ha fatto saltare agli occhi degli utenti la novità di WhatsApp ormai in procinto di uscire sul mercato (si pensa entro il I trimestre del 2015).

Pregi e vizi della versione beta

Gli utenti che hanno provato le chiamate nella fase beta ne hanno parlato come di una esperienza a singhiozzo e non priva di difetti, come ad esempio il fatto che chi è stato scelto per le conversazioni audio può ricevere ma non chiamare; nel video si vede il funzionamento, ossia una tabella per le chiamate che si affianca a quella con la cronologia delle conversazioni recenti, la possibilità di mettere in vivavoce la chiamata, insonorizzare il microfono e passare alla conversazione testuale.

Per capire meglio come funziona comunque, e soprattutto per vederlo migliorato rispetto ad oggi occorre aspettare la versione ufficiale su Play Store.

Terremoto nel mercato dei servizi VoIP?

Cosa comportano queste continue evoluzioni di WhatsApp (ricordiamo anche lo sbarco su pc) per il mercato? Diciamo pure che se l'avvento di WhatsApp con la sua comunicazione istantanea praticamente gratuita è stato un assoluto disastro per gli sms costringendo le varie compagnie telefoniche a promozioni sempre più combattive, ora chi deve tremare sono i servizi VoIP come Viber e Skype che sicuramente si troveranno in difficoltà quando uscirà la versione definitiva delle chiamate vocali su WhatsApp e dovranno studiare nuove strategie per restare vivi sul mercato.

Pubblicità

Se consideriamo che solo in Italia i clienti di WhatsApp sono oggi 28 milioni (e nel mondo 600 milioni) le compagnie telefoniche sono avvisate, mentre gongola il patron di Facebook, Marc Zuckerberg, che con il costoso acquisto della famosissima applicazione su cellulare ha incamerato il suo ennesimo successo da imprenditore.