Ne abbiamo parlato tanto, ne abbiamo seguito i progressi e ora, finalmente Windows 10 è ufficialmente nato. Rilasciato lo scorso 29 luglio e ancora in fase di upgrade, la nuova versione del sistema operativo della Microsoft può essere considerata la "nuova frontiera del futuro della tecnologia", anche se con un amplio sguardo al passato: la schermata Start di Windows 8 è stata eliminata, per tornare al vecchio e caro menu Start, caratteristico delle versioni precedenti.

Il nuovo OS ha portato con se una serie di novità di un certo rilievo per i sistemi operativi Microsoft, tra cui le 262 funzioni nascoste e i nuovi trucchi per cercare file velocemente ma, una delle tanto rinomate nuove funzioni ha iniziato a generare dei problemi agli utenti: gli aggiornamenti automatici.

Windows 10 e l'impostazione degli aggiornamenti automatici, ecco cosa può succedere

Gli aggiornamenti automatici di Windows 10 hanno iniziato a creare problemi già sulle build non definitive del nuovo sistema operativo, ed è facile dedurre che lo stesso possa succederecon il rilascio della versione ufficiale dell'Os.Per esempio, tra gli utenti della build 1024, contenente nuovi driver per le schede grafiche GeForce ha suscitato una serie di problemi ai possessori di tali GPU, tra cui: configurazione multi-monitor e multi-GPU nn funzionanti, risoluzione dello schermo ferma a 800x600, Cortana e menu start in crash, sfarfallio nel refresh del display ecc.

Il manifestarsi di uno di questi problemi o, nei casi peggiori di tutti insieme, può spingere l'utente a reinstallare la versione precedente di Windows.

Ma, in alcuni casi, dopo aver terminato la procedura di ripristino e riavviato il pc, a molti è apparso il messaggio "Oxc00aE003" oppure " Windows non originale": perché? Noncrediate che reinstallando il vecchio Windows tutto torni automaticamente come prima.Ripristinare il sistema significa riportare tutto azero, attivazione compresa.

Quindi,prima di tornare alla versione di Windows che utilizzavate prima d'istallare Windows 10 accertatevi di essere in possesso del numero seriale, in genere indicato su un'etichetta attaccata al chassis o sotto al portatile. In caso di ripristino da Windows 8, se avete smarrito il numero seriale " cartaceo", è possibile recuperarlo tramite accesso al BIOS ma, vista la delicatezza dell'operazione è consigliato rivolgersi ad un esperto.