Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi, è arrivata finalmente una conferma ufficiale: Project Scorpio è pronta ad essere svelata, almeno in alcune delle sue specifiche tecniche. L'appuntamento con l'uscita della console è già fissato per il prossimo Natale, ma fino ad oggi i dettagli sulle sue componenti sono rimasti nascosti. L'unica anticipazione annunciata risale all'E3 dello scorso anno, quando si è parlato dell'utilizzo di 6 TFLOPs di potenza grafica, per garantire un'autentica esperienza di gaming in 4K.

Appuntamento al 6 aprile

Qualche giorno fa circolava nell'ambiente un'indiscrezione che voleva il 6 aprile come data prescelta per una presentazione più dettagliata della console.

Ulteriori fonti avevano aggiunto che ad occuparsene sarebbe stato "Digital Foundry", il team britannico della testata "Eurogamer.net". Siccome l'anticipazione era ormai divenuta di dominio pubblico, il sito ha voluto confermarla tramite il suo profilo Twitter:

"Per chiarire le voci di corridoio - scrive la testata britannica - Digital Foundry avrà una presentazione esclusiva di Xbox Scorpio su Eurogamer questo giovedì alle ore 2pm UK". L'orario corrisponde alle 14 in Italia.

L'avvento delle console potenziate

Fino a qualche tempo fa, l'idea di una generazione di console che durasse solamente quattro anni (sarebbe il caso di Xbox One, ma anche di PlayStation 4) sembrava impensabile. Nel corso del 2016 però, voci di corridoio sempre più insistenti parlavano di una PS4 potenziata in lavorazione. L'annuncio è effettivamente arrivato e, mentre Sony era intenta a dare alla luce PlayStation 4 Pro, Microsoft lavorava a Project Scorpio.

La filosofia alla base delle due console potenziate è la stessa: avvicinare le specifiche hardware del gaming su console a quelle del PC.

In questo modo, l'utente può usufruire di un'esperienza grafica più attuale - almeno rispetto ai cicli di console da sette anni a cui ci eravamo abituati - senza ritrovarsi di fronte a tecnologie obsolete.

L'ufficialità delle due nuove piattaforme non venne accolta molto bene dal pubblico dei videogiocatori, che accusò Sony e Microsoft di voler abbandonare anzitempo il supporto di PlayStation 4 e Xbox One. Le due aziende hanno chiarito che sia PS4 Pro che Project Scorpio condivideranno la medesima libreria di giochi delle loro controparti originali: non esisteranno, insomma, titoli esclusivi.

Nonostante questi chiarimenti, sembra che le console potenziate non siano ancora riuscite a conquistare la fiducia e il cuore dei giocatori, visto che anche la stessa PlayStation 4 Pro continua a vendere meno della semplice PS4.

Rimaniamo in attesa del 6 aprile per scoprire tutto ciò che ancora rimane da svelare su Project Scorpio, che Microsoft continua a presentare con convinzione come "la console più potente di sempre".

Uno slogan che ci fa ben sperare sulla bontà delle sue componenti, in un mercato sempre più frammentato, in cui la casa di Redmond ha introdotto anche Xbox One S.