Whatsapp è sempre pronto a rilasciare aggiornamenti per migliorare sempre più il servizio offerto agli utenti. Sono tante le novità introdotte nei vari anni e quella che arriverà a breve potrebbe essere una delle più importanti. È, infatti, sempre più diffusa la condivisione dei famosi messaggi in stile Catena di Sant'Antonio. Si tratta di quei post e messaggi che girano su Facebook, Messenger, Whatsapp e altri social, che sono molto lunghi e si concludono con frasi del tipo ''copia e incolla questo messaggio per...'' dando delle motivazioni verosimili per far diffondere un qualsiasi notizia.

Chi è poco furbo, e soprattutto non conosce questo tipo di messaggi, è subito pronto a copiare e incollare quanto è stato detto: in fondo è facile e ci vogliono due secondi. Ma sono cose che generalmente, quando si naviga su internet danno molto fastidio. Immaginate di essere rilassati su una poltrona, con un bel tablet in mano e state guardando il vostro film preferito. Ad un certo punto, arriva una notifica da qualche social network, che già dall'inizio disturba un minimo, perché ci interrompe, ma andando ad aprire la notifica e leggendo il messaggio copia e incolla fa irritare un bel po'.

Whatsapp, a questo punto è il primo social network a venire in soccorso degli utenti, inventando un metodo completamente innovativo per combattere queste fatidiche Catene che di chat in chat, di gruppo in gruppo, diffondono messaggi dalla dubbia veridicità e che a volte possono anche tramutarsi in vere e proprie truffe ingannevoli.

La novità sarà introdotta proprio con il prossimo aggiornamento.

Whatsapp e le catene di Sant'Antonio, una lotta infinita

Il sistema di funzionamento del nuovo filtro per le Catene ha un funzionamento molto semplice. L'utente che riceve uno dei tanti messaggi diffusi con questa tecnica, si troverà una notifica particolare di Whatsapp che avverte l'utente su quanto è stato ricevuto.

È una specie di filtro antispam presente nelle caselle email: funzionano in automatico con una precisione del 95% circa.

L'ultima notizia falsa che si è diffusa per messaggio e post pubblicati sui vari social network, riguardava proprio l'aumento delle bollette dell'elettricità dai 30 ai 35 euro per compensare i milioni di euro evasi da coloro che non pagano.

Facebook è a sua volta in lotta con la famose fake news, che hanno la stessa finalità delle catene, con la differenza che le prime sono notizie ingigantite o addirittura inventate ex novo.