E' un fenomeno che è sempre esistito, ma che solo da pochi anni è stato sociologicamente definito e studiato. Quello del particolare rapporto esistente tra due persone che oltre a "coltivare" rapporti di amicizia, abbiano anche incontri di tipo sessuale a cadenza più o meno regolare. In lingua anglosassone questa forma di amicizia è denominata "friendship with benefit ", mentre in Brasile "amizade colorida". Da noi non esiste una parola che la definisca (le nuove generazioni ne utilizzano qualcuna, ma con accezioni volgari), ma queste relazioni sono in continuo aumento. Ha fatto il giro del mondo lo studio di una sessuologa canadese Carlen Costa che ha stilato un insieme di principi basilari, affinché un rapporto di questo tipo possa proseguire senza intoppi di nessun genere.

Sono state pubblicate sul sito "Brasil Post". Ve le elenchiamo:

1) sapere accettare che si tratti di amicizie destinate ad appassire in poco tempo.

2) non esagerare con il numero degli incontri, che non dovrebbero superare la cadenza settimanale.

3) non regalare o aspettarsi regali nelle occasioni canoniche tipo compleanno o Natale, che sono riservate ai partner "ufficiali".

4) i rapporti sessuali devono essere sempre "protetti".

5) evitare di intrecciare queste relazioni con i colleghi di lavoro, dal momento che la gestione di riunioni e pranzi potrebbe essere complicata.

6) cercare di non essere troppo invadenti in termini di Sms e di conversazioni, anche queste destinate ad amici e partner "canonici".

7) evitare l'invio di materiale fotografico audace, per non incorrere nel rischio di ritrovarsi in rete esposti al pubblico ludibrio.



8) poche telefonate e selezionate; c'è la vita ufficiale dell'amico/a da preservare.

9) comportarsi nell'intimità con semplicità senza voler apparire diversi; in fondo ci si trova con un amico

10) cercare di divertirsi senza remore di nessun tipo e sperimentare; anche in questo caso di tratta di amici

11) non essere egoisti e cercare sempre di far divertire anche l'amico/a

12) non essere gelosi e soprattutto non innamorarsi mai.



13) non fermarsi a dormire come se si trattasse di una circostanza normale; sempre meglio tornare nella propria casa per non incorrere in coinvolgimenti pericolosi.

14) non programmare niente insieme che non abbia una decorrenza prossima alle 72 ore; oltre i tre giorni insomma meglio non stilare programmi comuni.

15) essere sempre chiari senza illudere; comunicare con chiarezza che cosa ci si attenda dalla speciale relazione.

16) mai drammatizzare e qualsiasi cosa accada, stabilire sempre come affrontarla; come due veri amici insomma

17) divertirsi sempre in qualsiasi momento; lo stress e la noia sono di altrui pertinenza. Qui esiste solo la spensieratezza.

A queste regole fisse e sicure, la sessuologa ne unisce altre tre, sulle quali però non esiste la piena certezza; vale a dire evitare la presentazione ad amici e parenti, non chiamare mai o quasi il giorno dopo e non andare oltre trasformando la colazione del giorno dopo in un brunch. Non sappiamo se l'applicazione di questi codici di comportamento possa contribuire ad aiutare a stabilire l'equilibrio per questo tipo di rapporti. In ogni caso suggeriamo la visione (magari proprio insieme all'amico/a speciale) del film "amici di letto" con Mila Kunis e Justin Timberlake, che è molto eloquente riguardo questo tema.

Segui la nostra pagina Facebook!