La Notte Romantica nei Borghi più belli d'Italia sta per tornare. E non poteva essere altrimenti (ricordiamo che il 2017 è ufficialmente l'Anno del Turismo nei Borghi), soprattutto alla luce del grande successo della prima edizione, tenutasi a giugno 2016, con oltre un milione di visitatori che hanno scelto di trascorrere il solstizio d'estate all'insegna dell'amore, del romanticismo, del fascino dei piccoli borghi sparsi da Nord a Sud dello Stivale. Sabato 24, dunque, si replica, fornendo un'ottima idea a chi sta pensando a cosa fare nel weekend d'inizio estate.

Ricordiamo che la Rai è main media partner dell'evento, che il Tgr è media partner e che Algida è uno degli sponsor.

La Notte Romantica nei Borghi: eventi e iniziative, anche social

Sono circa 200 i borghi, dalle Alpi alle isole - con l'esclusione della sola Valle d'Aosta - ad aderire a questa magica notte che permetterà alle coppie (ma perché no, anche a piccoli gruppi di amici, perché i sentimenti sono universali e dai confini sfumati) di perdersi mano nella mano nelle viuzze di piccoli centri-gioiello, rischiarati dalla sola luce delle candele per assaporarne il patrimonio artistico, architettonico, enogastronomico e culturale.

Due i momenti caratterizzanti e unificanti della Notte Romantica nei Borghi in tutta Italia: la degustazione del dessert "Pensiero d’amore", appositamente creato per la manifestazione e servito nei ristoranti dei singoli paesi, e il bacio di mezzanotte, accompagnato dal lancio nel cielo di migliaia di palloncini.

A tutto ciò si aggiunge un ricchissimo programma di iniziative ed eventi: l'amore e il romanticismo saranno rappresentati e celebrati nelle piazze, nei palazzi e nelle vie dei Borghi attraverso tutte le forme d'arte: dal teatro alla musica, dalla danza al cinema, passando per mostre e concorsi, come quello di poesia.

Inoltre, non bisogna dimenticare di postare le proprie foto su Instagram, utilizzando l'hashtag ufficiale #BorgoRomantico2017, aggiungendo soprattutto quelle dal taglio più internazionale, perché la Notte Romantica si svolgerà in contemporanea anche in Spagna e nella regione belga della Vallonia, dove operano associazioni simili a quella de "I Borghi più Belli d'Italia".

Dove andare e cosa fare nel weekend d'inizio estate: i borghi suggeriti

Scegliere tra i Borghi che aderiscono alla Notte Romantica è piuttosto arduo: sono numerosi e ciascuno con proprie peculiarità. Se nel decidere dove trascorrere questa giornata speciale, una discriminante è la vicinanza alla propria zona di residenza, oltre al programma di eventi per il 24 giugno, per chi sta pensando a cosa fare nel weekend d'inizio estate, ed è disposto anche a spostarsi - approfittando dell'iniziativa anche per un pernottamento fuori casa - ecco alcuni suggerimenti di borghi tra i borghi.

Partendo dal centro Italia, la Notte Romantica può essere una buona occasione per far rivivere i bellissimi borghi più colpiti dal sisma, in zone dai paesaggi mozzafiato: largo spazio allora ad Amatrice (Rieti), Visso (Macerata), Preci (Perugia).

Sempre restando nella verde Umbria, si consiglia una passeggiata a Castiglione del Lago, terrazza mozzafiato sull'incantevole Trasimeno, che stupirà per le vedute particolarmente romantiche che offre dal castello affacciato direttamente sul lago. Spostandoci in Toscana, il suggerimento è quello di immergersi in una valle meno gettonata rispetto alle destinazioni più tradizionali: la Garfagnana, in provincia di Lucca, per perdersi tra i vicoletti di Barga (già prediletta dal poeta Giovanni Pascoli), e del piccolissimo ma incantevole centro di Coreglia-Antelminelli. Entrambi offrono scorci davvero pittoreschi, insieme ad una gastronomia d'eccezione.

Andando verso Nord, si potrebbe sfruttare la lunga notte estiva del solstizio d'estate per perdersi nel romanticismo lacustre, con passeggiate al chiaro di luna, specchiandosi nei laghi tra Piemonte e Lombardia: ci si può dirigere, dunque, verso Monte Isola, nel bel mezzo del Lago d'Iseo (Brescia), oppure a Orta San Giulio, sull'omonimo piccolo lago in provincia di Novara.

A Sud, consigliatissimi i due borghi-presepe arroccati sulle piccole dolomiti lucane, Castelmezzano e Pietrapertosa, in provincia di Potenza, già noti per il temerario volo dell'angelo. In Puglia, invece, sorge un centro abitato meno noto rispetto alle più famose perle marinare e salentine: Bovino, paese agricolo immerso tra i boschi e le sorgenti d'acqua che culminano nei rilievi del Subappennino dauno, nella provincia di Foggia più interna.

Per finire, in Calabria, la scelta potrebbe ricadere su Morano Calabro e Civita, borghi dalla lunga storia (legata, nel secondo caso, alle comunità di origini albanesi), e dai bellissimi paesaggi sul Massiccio del Pollino.

L'elenco completo dei borghi aderenti, e delle iniziative in programma, è disponibile su "borghipiubelliditalia.it".

Segui la nostra pagina Facebook!