Inaugurata la sesta edizione di Flower Show 2018 alla Mole Vanvitelliana che si svolge nelle giornate del 24 marzo e del 25 ad Ancona . Il calendario degli incontri è abbastanza nutrito e si va dalle piante antiche sino, niente meno, alla composizione giapponese delle 'Perle verdi di muschio ', alla coltura dello zafferano, e alla consegna, per far contenti anche i bimbi di una scatoletta contenente due coccinelle lasciate sui tanti fiori che popolano l'esposizione, e questo in programma per domenica 25 marzo.

Pubblicità
Pubblicità

Novità sia nelle offerte formative che in quelle commerciali

Accanto ad una moltitudine di iniziative relativa alla potatura delle rose e agli innesti degli alberi dei frutti antichi anche corsi su come realizzare orti in mezzo ai giardini.

Nella mattinata di oggi ad esempio l'architetto Antonietta Raffaelli ha tenuto un corso su come mescolare il principio dell'utile e del dilettevole, mostrando esempi di simili operazioni nel corso dei tempi .

Pubblicità

Da sempre ad esempio in fondo ad un filare d'uva il contadino mette piante di rose che evitano il marciume delle radici o mescola tra gli ortaggi il nasturzio e il tagete che distruggono più facilmente parassiti e batteri. Ma poi ha mostrato esempi di una estetica mescolanza di orto e giardino eseguiti a Milano con le piante di zucche disposte a formare una pergola su cui ciondolano tranquille le zucche arancio, o negli orti conclusi dei monasteri dove con regolarità geometrica erano disposte piante di ortaggi e al centro piante fiorite da giardino.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ambiente

Ha poi esibito illustri esempi di commistione dell'utile e il dilettevole nel giardino del Palazzo di Urbino, nei giardini di Villa Buonaccorsi a Potenza Picena, dove oltre ai disegni geometrici delle siepi di bosso ci sono molte piante di limone con tanto di apposita limonaia, e poi in Francia nei giardini del Priorato di Notre Dame d'Orsan nel Berry e nei giardini intorno al castelli di Villandry sulla Loira.L'edificio del Priorato Notre Dame d'Orsan nel Berry è una struttura monastica rimessa a nuovo negli anni 90 e il giardino è costituito da rettangoli rialzati sostenuti da un intreccio di rami di castagno.

Sono in tutto undici ambienti che si snodano intorno al chiostro dei carpini. Tutto coltivato senza prodotti chimici in regime di agricoltura biologica.

Nell'esposizione anconetana sfilano tanti produttori, ci sono le rose, le ortensie, le pelargonie magnifiche e profumate, le erbe aromatiche, le piante senza terra, persino l'origano cubano, che sembra una pianta grassa profumatissima. Ci sono poi le novità come le perle di muschio giapponesi che sono palline di fango di fiume giapponese strette da filo di cotone e capace pure in sospensione di dare nutrimento alla piantina, qualunque essa sia.

Pubblicità

Il corso di 'kokedama' si è tenuto proprio nella giornata del 24. Mentre questa domenica attendono il pubblico la passeggiata alla Selva di Gallignano per riconoscere le erbe e per imparare come seminare le piante grasse, come realizzare piatti succulenti con le erbe. Oltre a poter apprendere il lancio delle coccinelle, le proprietà curative dell'olio di neem, e la bontà della visciola.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto