Venerdì 20 gennaio troviamo sul piano astrale il Sole viaggiare dai gradi del Capricorno (dove transitano Mercurio e Plutone) al segno dell'Acquario (dove risiedono Saturno e Venere), mentre Giove sosterà nel segno dell'Ariete. Urano assieme al Nodo Nord, invece, protrarranno il moto in Toro, così come Marte continuerà l'anello di sosta in Gemelli. Nettuno, infine, stazionerà nel domicilio dei Pesi.

Oroscopo quotidiano favorevole per Leone e Gemelli, meno roseo per Scorpione e Toro.

Sul podio

1° posto Gemelli: euforici. Il favorevole cambio solare e il flirt tra Marte sui loro gradi e Venere nell'amico Acquario permetteranno probabilmente ai nati Gemelli di godere di una spiccata euforia nella giornata che precede il weekend, esuberanza che il segno Mutevole riverserà soprattutto nella cerchia amicale.

2° posto Acquario: perentori. A prescindere dal ruolo che ricoprono nel luogo professionale, i nati Acquario potrebbero assumere un mood perentorio che li renderà figure di riferimento per le nuove leve e temibili concorrenti per gli arrivisti.

3° posto Leone: creativi. La commistione tra l'inizio del mese dell'anti-compleanno e il trigono Mercurio-Urano di Terra farà, c'è da scommetterci, sì che i nati Leone siano pervasi da ottime ispirazioni creative che andrebbero trasformate prima possibile in ambiziosi progetti.

I mezzani

4° posto Bilancia: cambio di frequenze. Lo sgretolarsi dello Stellium nel quarto campo e la ripresa del moto diretto mercuriale parranno giocare a favore dei nati Bilancia nel corso del 20 gennaio, col segno d'Aria che inizierà a percepire come alcune situazioni intricate stiano per divenire più gestibile e meno ansiogene.

5° posto Cancro: tenersi impegnati. Nonostante gli sconquassamenti astrali del momento, i nati Cancro avranno buone chance di comprendere come tenersi impegnati, ad esempio andando in palestra, può aiutarli non poco a far defluire sentimenti negativi come la frustrazione e la sfiducia nel prossimo.

6° posto Capricorno: riflessivi.

Complice un colpo basso o una piccola provocazione subita, i nati Capricorno potrebbero decidere di evitare di peccare d'impulsività assumendo un comportamento riflessivo, grazie al quale si terranno al riparo da accesi scontri verbali.

7° posto Vergine: focus sulle conoscenze. La partita astrologica dei nati Vergine in cerca dell'anima gemella, nel corso del 20 gennaio, sembrerà giocarsi sulla capacità degli stessi nel fare affidamento sul loro intuito durante alcune nuove conoscenze affettive.

Se, ad esempio, fiuteranno che la controparte avrà secondi fini o un interesse non troppo marcato nei loro confronti, farebbero bene a darsela a gambe levate.

8° posto Pesci: voglia di libertà. Il dodicesimo segno zodiacale potrebbe vivere questo venerdì assaporando la sgradevole sensazione di sentirsi come un leone in gabbia, in quanto la voglia di muoversi liberamente senza costrizioni relazionali o impedimenti pratici sarà forte.

9° posto Sagittario: al punto di partenza. Avete presente quando durante una partita ai videogame non riuscite a superare un livello e ripartite sempre dal check-point? Le effemeridi delle ventiquattro ore in questione suggeriscono che gli arcieri potrebbero ritrovarsi a rivivere certi eventi ciclici e riscontrare difficoltà a superarli in maniera definitiva per passare oltre.

Ultime posizioni

10° posto Toro: indisponenti. Avere a che fare in questa giornata invernale con i nati Toro, ancor più se appartenenti alla seconda e terza decade, sarà presumibilmente un esercizio che in molti eviterebbero di intraprendendo, in quanto il segno di Terra risulterà indisponente e provocatorio all'inverosimile.

11° posto Scorpione: imbolsiti. Se il venerdì di casa Scorpione fosse un vizio capitale sarebbe senz'altro l'accidia, col segno d'Acqua che preferirà ciondolare in pantofole per casa piuttosto che andare a cena a casa di amici o della suocera.

12° posto Ariete: spaesati. Tipica giornata dove sarebbe opportuno per il primo segno zodiacale stracciare il metaforico foglietto con le attività in programma e dedicarsi esclusivamente a loro stessi, in quanto sia la lucidità mentale che quella dialettica saranno da bollino rosso.