Lo Storico Carnevale d'Ivrea è uno degli appuntamenti più attesi e sentiti in tutto il Piemonte, nonchè uno degli eventi più caratteristici e simbolici, in cui storia e leggenda si intrecciano e diventano attuali.

Roberto Pometto, artista e appassionato di Lego di San Giorgio Canavese, un paese poco distante da Ivrea, ha realizzato una ricostruzione dettagliatissima della Battaglia delle Arance. Come riporta Repubblica, sono stati necessari ben due anni e circa 25mila mattoncini, per realizzare i 510 personaggi presenti nell'opera.

Pubblicità
Pubblicità

Fra questi, oltre agli arancieri e agli spettatori, possiamo riconoscere il Generale e la Mugnaia, le maschere tipiche della città di Ivrea. L'opera è stata esposta al Lego Brick Show che si è tenuto a San Mauro Torinese.

A vedere quest'opera, chiunque abbia assistito e vissuto almeno una volta l'atmosfera del Carnevale di Ivrea, si emoziona e rivive le sensazioni di quella situazione. La ricostruzione di Pometto esposta poche settimane prima dell'inizio dei festeggiamenti ha sorpreso e stupito il pubblico, sebbene sia giunta qualche critica dai puristi del Carnevale d'Ivrea che hanno notato piccole imprecisioni in alcuni dettagli della ricostruzione.

Curiosità e appuntamenti dello Storico Carnevale d'Ivrea

Ogni anno le contrade della città di Ivrea si sfidano per tre giorni (dalla Domenica al Martedì Grasso) nella celebre Battaglia delle Arance, l'evento più folcloristico di questo carnevale. Le nove squadre si stabiliscono nelle loro zone di appartenenza e si preparano a tirare contro i carri avversari. Simbolicamente gli aranceri a piedi, privi di protezioni, rappresentano il popolo che si ribella al tiranno, rappresentato dagli aranceri sui carri, che indossano un casco.

Pubblicità

Al termine del Carnevale verrà rivelata la contrada vincitrice, non solo per la precisione nel tiro, la lealtà e il coraggio ma anche per le decorazioni del carro e i paramenti dei cavalli.

Chiunque voglia assistere come pubblico a questa particolare battaglia deve indossare il Berretto Frigio, un cappello di colore rosso, simbolo di libertà, che indica ai tiratori che non si vuole essere colpiti. L'obbligo di indossare il berretto inizia già dal 28 febbraio, giovedì Grasso, quando sfila il Corteo Storico.

Quest'anno l'appuntamento con lo Storico Carnevale di Ivrea è dal 2 al 5 Marzo: nella giornata di sabato vengono presentate le squadre di aranceri che sfilano a piedi, dalla domenica al martedì invece hanno luogo le tre battaglie delle arance. Al termine dell'ultima battaglia, il ritrovo è in Piazza di Città per la premiazione degli aranceri a piedi e dei carri da getto. Il Martedì Grasso [VIDEO]si conclude con l'abbruciamento dello scarlo alla presenza della Mugnaia e del Generale.

Pubblicità

Lo scarlo è un palo ricoperto di erica e ginepro, simbolo di buon auspicio; più le fiamme bruciano velocemente, più l'anno sarà positivo.

Sul sito ufficiale è pubblicato il programma dettagliato degli eventi. Manca poco allo Storico Carnevale di Ivrea e l'attesa inizia a farsi sentire.

Leggi tutto