A poco più di un giorno dall'arresto del presunto killer della piccola Yara Gambirasio la notizia, che divide l'opinione pubblica, è la realizzazione di una mini serie per Taodue. Il regista, Pietro Valsecchi, dichiara "mancava soltanto l'assassino".

L'idea di realizzare una mini serie per la tv era già nell'aria e nella mente di Valsecchi da molto tempo ma, come conferma lo stesso produttore (e fondatore insieme a Camilla Nesbit della casa di produzione Taodue), mancava il nome e il volto dell'assassino per poter completare l'opera.

"Per la realizzazione della mini serie tv in due puntate, il volto dell'assassino era il tassello mancante.

La mini serie vuol essere un racconto su un fatto di cronaca che ha appassionato tutta l'Italia e che rappresenta una grande affermazione delle capacità investigative delle nostre forze dell'ordine". Così parla Valsecchi.

Le dichiarazioni arrivano proprio all'indomani del fermo del presunto assassino Massimo Giuseppe Bossetti, muratore di 43 anni sposato e con tre figli, il cui Dna è stato rinvenuto sui leggings e sugli slip del corpo senza vita della piccola Yara. I carabinieri sono risaliti a lui dopo 4 anni di indagini che hanno visto le autorità impegnate nella ricostruzione delle ultime ore di vita della vittima.

Nessun rumor ancora sul cast della mini serie. Valsecchi dichiara soltanto che cerca un attore di prestigio per interpretare il capitano dei carabinieri che farà il protagonista.

I migliori video del giorno

Il regista è Alexis Sweet, noto già per il lavoro svolto in altre fiction come "R.I.S.". Le riprese cominceranno quest'inverno e la mini serie andrà in onda su Canale 5.

La notizia non ha poi stupito tantissimo. Già altre volte sono state realizzate fiction ispirate a fatti di cronaca di una certa importanza. Certo è che la notizia ha toccato soprattutto l'opinione pubblica in modo negativo, da quello che trapela dai social network più frequentati come Facebook e Twitter. Quello che ha indignato di più, aldilà della realizzazione, è stata la tempistica con cui è stato dato l'annuncio da parte del produttore, proprio poche ore dopo l'annuncio più importante della cattura del presunto assassino. Secondo la maggior parte della gente è mancanza di tatto, altri gridano allo sciacallaggio.

#Televisione