Suor Cristina, la religiosa cantante di "The Voice", è uno dei maggiori fenomeni musicali e mediatici del momento. Quasi come fosse già una grande star, è diventato al momento molto difficile ottenere una sua dichiarazione o intervista, infatti al suo posto parlano e la raccontano persone che la conoscono e le stanno vicine come l'ex attrice Claudia Koll, l'ex fidanzato e i suoi insegnanti. Ma c'è un aspetto della concorrente del talent - show di Raidue che è venuto a galla in questi ultimi giorni, e diffuso da "DiPiù Tv".

Cristina, in realtà, non è ancora una suora Orsolina a tutti gli effetti, poiché non ha rinnovato i voti definitivi. L'appuntamento, in questo senso, è previsto per il 29 luglio ad Assisi. La giovane, infatti ha iniziato il suo percorso spirituale nel 2008. In quell'occasione, partecipò ad un musical dedicato a Sant'Angela Merici, organizzato dalle suore Orsoline: proprio allora in Cristina nacque la vocazione e, dopo un anno di postulandato, partì come novizia per il Brasile. Il noviziato è terminato nel 2012, e in quella data la giovane ha preso i primi voti che però non erano quelli definitivi, necessari per diventare una vera e propria suora.

Quando terminerà l'esperienza televisiva, Suor Cristina sarà chiamata a rinnovare una volta per tutte i voti di castità, povertà ed obbedienza. Ma quali sono i dubbi che circolano in queste ore? La religiosa è indicata come la favorita assoluta per la vittoria di "The Voice", con i discografici pronti a contendersela a suon di euro per utilizzare al meglio il suo talento e la sua popolarità. Qualche malelingua sostiene che, attratta dal mondo dello spettacolo e della fama, Cristina potrebbe anche decidere di rinunciare ai voti definitivi e smettere l'abito religioso. Soprattutto, quel che fa venire maggiori perplessità, è il voto di povertà che una suora deve rispettare.

Come dovrebbe comportarsi suor Cristina, una volta vinto il talent - show e incassati i soldi del montepremi? E gli introiti derivanti dalle vendite degli album, che fine farebbero? Se la giovane religiosa - cantante ha tutte le intenzioni di continuare a seguire la vocazione, non avrà alcun problema a prendere i voti definitivi ed a versare in beneficenza tutti i guadagni derivanti dalla sua attività artistica. Dunque, la soluzione c'è, resta solo da capire quanto sia forte e profonda la vocazione religiosa della talentuosa suor Cristina. #Gossip