Nel ricco panorama delle fiction Mediaset che stanno andando molto di moda in questo periodo, troviamo "Senza identità", una serie proveniente dalla Spagna che racconta la storia di una ragazza in cerca di vendetta riguardo all'inganno subìto, da parte della famiglia, sulle sue vere origini. Dopo lo strepitoso successo in ambito di ascolti per le prime tre puntate, trasmesse ogni venerdì al canonico orario delle 21:10, la dirigenza Mediaset ha deciso di prolungare la fiction a sette episodi, dato che inizialmente ne erano stati previsti sei in formato riadattato. Si, perché originariamente l'attrice Megan Montaner (già famosa per esser stata la protagonista de "Il Segreto") aveva registrato ben 13 puntate in Spagna, ma come di consueto la tv italiana aveva optato per una notevole riduzione degli episodi in modo da sintetizzare il più possibile la trama e renderla avvincente.

I dati di share, però, hanno fatto cambiare la rotta e a questo punto un allungamento della trama si è rivelato a dir poco necessario.

Proviamo, poi, a rivelare qualche anticipazione del quarto appuntamento, in programma venerdì prossimo su Canale 5: Mercedes (il personaggio chiave della serie), innanzitutto, sarà ancor più determinata a far pagare alla madre il fatto di essere stata invischiata in una strana compravendita di bambini. Un excursus storico, però, ci riporterà indietro all'anno 2001, quando Maria (prima di cambiare il suo nome) aveva scoperto una nuova componente della famiglia, tale Beatriz, che la protagonista non aveva ancora mai conosciuto e con la quale comincerà a condividere qualcosa in più sul conto di suo cugino Bruno, che nel frattempo muore a causa di un incidente.

I migliori video del giorno

Il successivo susseguirsi delle indagini nel 2013 per conoscere la sua vera identità, portano Mercedes ad incalzare la madre e lo zio (Enrique) per farli cedere psicologicamente e farsi finalmente rivelare tutto, ma nel corso di una festa i protagonisti riveleranno agli invitati alcuni segreti che diventeranno di dominio pubblico compromettendo ulteriormente i rapporti all'interno della famiglia.