Il mondo del web sta salutando incessantemente da stamane il compianto cantautore partenopeo Pino Daniele. Dai colleghi ai fan, sono tantissimi coloro che lo hanno omaggiato postando frasi, foto o video di sue canzoni sui social. E non pochi storcono il naso alla notizia che i suoi funerali si terranno a Roma e non nella sua città natale, quella Napoli così ben descritta in uno dei suoi pezzi più famosi e amati: Napul’è. Ognuno lo ha omaggiato come meglio ha creduto, anche lei, la showgirl argentina Belen Rodriguez. Che ha scelto di essere sexy anche in questa triste occasione. Beccandosi le critiche della rete.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Tecnologia

La foto incriminata

La sensuale Belen ha infatti postato sulla sua pagina Facebook il testo della canzone "Quando", stupenda canzone di Daniele tratta dall'album Sotto 'o sole, uscito nel 1991.

La canzone fa parte della colonna sonora del film Pensavo fosse amore... invece era un calesse, diretto e interpretato da Massimo Troisi, grande amico del cantautore e anch’egli tradito dal cuore più di vent’anni fa. Con il quale nacque in quegli anni, oltre che un'amicizia, anche un connubio artistico, che portò anche alla realizzazione di alcuni brani. Il testo è affiancato da una sua foto in bianco e nero con gli occhi bassi; una foto mesta e triste per l’occasione. Peccato però che scendendo con lo sguardo si scruti anche una scollatura mozzafiato. Un passo falso che i suoi fan non le hanno perdonato. E così hanno commentato con frasi dure, critiche, tra chi le dice di vergognarsi e chi di ritirarsi. E chi gli rinfaccia di approfittare di ogni momento per mostrare le proprie grazie, anche quelli più tristi come appunto un lutto.

I migliori video del giorno

Non è comunque la prima volta che la showgirl viene bersagliata da insulti, per il suo mostrare seno e gambe anche nelle foto più semplici, magari assieme al proprio figlioletto. Anzi, anche quest’ultimo è stato insultato in un’occasione, con qualcuno che ha scritto che somigliava a un alieno. Ma anche questo riteniamo sia ingiusto e fuori luogo.