4

Gli stilisti italiani Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno creato una grande polemica con i loro commenti in una recente intervista con il settimanale Panorama. I due, fondatori del marchio Dolce & Gabbana, hanno infatti criticato le adozioni da parte di coppie omosessuali ed il ricorso alla fecondazione artificiale. "L'unica famiglia è quella tradizionale", hanno detto nel controverso articolo pubblicato ill 12 marzo. "Non figli della chimica ed uteri in affitto. La vita ha un suo corso naturale, ci sono cose che non dovrebbero essere cambiate." Domenico Dolce ha affermato: "Si nasce da una madre e da un padre, o almeno è così che dovrebbe essere.

Io chiamo i figli della chimica o bambini sintetici. Uteri in affitto, seme scelto da un catalogo."



Sono state molte le persone che hanno attaccato i due stilisti per i loro commenti, tra i primi il cantautore britannico Elton John. Il baronetto 67enne, che ha due figli insieme al marito David Furnish, Zachary di 4 anni ed Elijah di 2, ha utilizzato Instagram per ribattere alle offese degli stilisti.

"Come osate dire che i miei bambini sono 'sintetici'", ha scritto Elton in un post sul suo Instagram ufficiale, postando una foto dei due stilisti. "Vergognatevi per aver puntato le vostre dita verso la fecondazione artificiale, un miracolo che ha permesso a moltissime persone, sia eterosessuali che omosessuali, di realizzare il proprio sogno di avere bambini." Elton ha poi affermato la sua intenzione di boicottare il marchio, utilizzando l'hastag #BoycottDolceGabbana e scrivendo: "Il vostro modo di pensare arcaico non è al passo con i tempi, così come la vostra Moda.

I migliori video del giorno

Non indosserò mai più capi Dolce e Gabbana."

Gli stilisti hanno nel frattempo ribattuto al cantante chiamandolo "ignorante", con Stefano Gabbana che ha commentato al Corriere della Seria:"Pensavo un tempo - e sottolineo pensavo -  che Elton fosse intelligente." In un post su Instagram lo stilista ha poi definito i critici "Razzisti Dittatori", per rilasciare poi un comunicato in cui i due stilisti affermano: "Non era nostra intenzione giudicare le scelte di altre persone."

Victoria Beckham, ex Spiace Girl che si è data alla moda ed amica di lunga data di John, ha commentato su Twitter: "Mando amore a Elton David Zachary Elijah e a tutti i bellissimi bambini in provetta. Anche altri artisti hanno aderito al boicottaggio, con la cantante Courtney Love Cobain, leader delle Hole e vedova del cantante dei Nirvana, che ha scritto su Twitter: "Ho appena messo insieme tutti i miei pezzi firmati Dolce e Gabbana, li voglio bruciare. Boicottate la bigotteria senza senso."

Il cantante Ricky Martin ha scritto: "Dolce e Gabbana, le vostre voci sono troppo potenti per permettere che condividano così tanto odio.

Svegliatevi, è il 2015, ed imparate ad amare voi stessi." Ryan Murphy, creatore di serie come "Glee" e "Scream Queen", ha scritto su Twitter: "Le orribili vedute di questi stilisti non sono mai di moda. I loro vestiti sono brutti come il loro odio. #BoycottDolceGabbana".

In un articolo con il The Hollywood Reporter ha espanso il concetto, dicendo: "Non è solo una questione che riguarda gli omosessuali. Conosco almeno dieci donne che hanno fatto ricorso alla fecondazione artificiale per concepire, ed altre tre che ci stanno provando. La fecondazione è un miracolo scientifico che consente a persone amorevoli di espandere la propria famiglia."

La famosa cantante americana Cher ha scritto su Twitter: "Ok..Dolce e Gabbana? Hhmmm ... non sapevo che fossero membri del Tea Party", riferendosi al movimento politico americano di destra. Ha poi continuato scrivendo: "Non posso neanche rispondere al loro folle commento sui bambini. I BAMBINI SONO VERAMENTE DONI DI DIO PER NOI. Un bambino è come vivere la mattina di Natale ogni giorno." La cantante 68enne ricorda poi un aneddoto: "Ho avuto una esperienza con loro a Sanremo che mi ha fatto chiedere se erano sani di mente. Mi hanno ricorsa per una strada pensando che avessi rubato dei vestiti."