Continua l'attesa da parte degli spettatori per il telefilm Gomorra, considerata una delle serie televisive italiane più seguite e belle in assoluto. Il telefilm è tratto dall'omonimo libro denuncia dello scrittore Roberto Saviano, famoso giornalista da anni impegnato sul fronte della criminalità organizzata internazionale, in tutti i suoi aspetti e ramificazioni. Con le sue inchieste ha portato alla luce le connivenze tra mafia e politica, subendo numerose minacce di attentato e costretto tuttora a vivere sotto protezione del Governo.

Dopo la prima edizione, che ha avuto un incredibile successo in numerosi paesi europei, in questi mesi sono in corso di registrazione le puntate della seconda serie.

La scorsa settimana Sky, che produce e commercializza i relativi diritti, ha ufficialmente rilasciato la trama dei nuovi episodi, che ripartono da dove era terminata la prima serie, cioè dall'evasione del boss Pietro Savastano. In seguito alla fuga organizzata dai suoi uomini durante un trasferimento, Pietro si rifugia in Germania. Le nuove puntate del cult televisivo saranno trasmesse nei primi mesi del prossimo anno. Intanto, come apprendiamo dal sito "Gossip e TV", il regista Stefano Sollima, attraverso una lunga intervista rilasciata al settimanale "Tv Sorrisi e Canzoni", ha anticipato importanti particolari sulla nuova serie.

Le Anticipazione delle nuove puntate raccontate dal regista Stefano Sollima

Le riprese della seconda edizione di Gomorra sono tuttora in corso, e si svolgono in due paesi, Italia e Germania. Nella pellicola troveremo nuovamente Marco D'Amore e Salvatore Esposito, molto amati dal pubblico. Come raccontato dal regista Stefano Sollima, molte delle scene sono effettuate in notturna.

Lo stesso ha dichiarato che una notte hanno finito di girare alle ore 3, considerandolo normale poiché i criminali si muovono soprattutto nelle ore notturne. Nella sua intervista, il regista ha anticipato che anche in questa stagione ci saranno numerose scene violente, con un grande numero di vittime, pur ammettendo che anche nelle puntate della prima serie le scene di sangue erano state numerose.

La storia continua con Ciro l'immortale che deve difendersi da due fronti: dalla caccia da parte dei killer di Pietro Savastano, che vogliono assolutamente vendicarsi per il suo tradimento, e dall'altro boss criminale Conte, che fino ad ora lo ha sempre usato per i suoi interessi criminali.

I due nuovi personaggi femminili

Dopo la sua evasione, Pietro Savastano ha trovato rifugio a Colonia, da dove coordinerà la sua famiglia criminale. Molto attese anche le due nuove figure femminili che andranno a implementare il cast: Cristina dall'Anna e Cristina Donadio alias Scianel. Le nuove figure saranno personaggi molto forti, e renderanno più difficili le alleanze e i progetti di impossessarsi della città e di tutti gli introiti illeciti che ne derivano, da parte dei due boss principali.

 Patrizia sarà la nipote dell'uomo di fiducia di Savastano, Malamò, che lavorando in un negozio del quartiere Secondigliano, sarà agli ordini dello stesso boss, tornato dalla latitanza tedesca. Scianel invece, impersonerà la sorella di Zecchinetta, che cercherà di riconquistare il potere dello zio ucciso nella prima serie. Secondo alcune indiscrezioni questa stagione potrebbe non essere l'ultima, e per la felicità dei tanti appassionati il produttore ha già anticipato che ci sarà una terza serie.

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!