Ieri in prima serata è andata in onda la sesta puntata l'amatissima fiction targata Rai uno "braccialetti rossi 3". Andiamo a scoprire insieme cosa è successo nella puntata del 20 Novembre.

Intero riepilogo sesta puntata

I tre ragazzi Nina, Vale e Cris sono ancora sull'isola. Vale decide di allontanarsi un attimo dalle ragazze per andare ad esplorare l'isola prima di ripartire e Cris decide di farsi un ultimo bagno in mare ma accusa un malore e rischia di annegare. Nina è al telefono con i suoi genitori ma riesce a vedere la sua amica in difficoltà e si tuffa in acqua e riesce a tenerla a galla fino all'arrivo di Vale. Quando il pericolo sembrava sventato a due passi dalla spiaggia Nina perde i sensi.

Cris e Vale chiamano i soccorsi della guardia costiera che raggiungono l'isola in elicottero. Leo in ospedale sta parlando con suo padre per chiarire la posizione misteriosa dell'uomo in divisa che aveva avvistato posare dei fiori sulla tomba della madre e per comunicargli la splendida notizia che presto diventerà padre ma la conversazione viene interrotta quando il ragazzo osserva dalla finestra l'elicottero della guardia costiera e teme il peggio come tutti gli altri amici braccialetti rossi che si precipitano al piano terra dell'ospedale per capire cosa fosse realmente accaduto e ben presto capiscono che le condizioni di Nina sono molto critiche. I medici si mettono subito al lavoro ma nonostante gli innumerevoli tentativi per la povera ragazza non c'è nulla da fare nonostante il suo cuore continui ancora a pulsare attraverso una macchina.

I migliori video del giorno

Tony con l'aiuto di Davide "spirito guida dei braccialetti rossi morto nella prima serie" comunica ai genitori di Nina che il cuore della loro amata figlia potrebbe essere fondamentale a salvare la vita di Bobo. I due genitori si consultano ed infine quando capiscono che non c'è più nella da fare decidono di accettare la richiesta. A quel punto il dottor Barrati si rimbocca le mani e comunica a Bobo la notizia ma lui rifiuta perchè pensa che accettando il trapianto "ruberebbe" la vita a Nina che meriterebbe più di lui di vivere.