A questo punto viene davvero da chiederselo: ma non è che con tutti questi rumors e indiscrezioni farlocche, ci stiano prendendo in giro? Da mesi sentiamo parlare dell'ormai imminente ritorno di X-Files in tv con una nuova stagione che sappia dare tutte le risposte alle domande lasciate in sospeso dalla mini serie evento del 2016. Durante il press tour della Television Critics Association, i piani alti di FOX hanno spiegato che la trattativa è in corso e potrebbe portare a un'ufficialità nel giro di poche ore. Mulder e Scully stanno davvero tornando sui nostri piccoli schermi?

X-Files 11: la trattativa è complessa

Il presidente della FOX, David Madden, e il co-presidente Gary Newman sono fiduciosi e pronti a continuare a credere nel ritorno dell'acclamata serie tv [VIDEO] di fantascienza che ha segnato la storia negli anni '90.

Le prime indiscrezioni fanno sapere ancora una volta che il network vuole una stagione più lunga della precedente, che è durata solo 6 episodi, ma senza arrivare al numero di episodi standard delle prime edizioni (una media di 22 episodi). Da tempo i due attori protagonisti, Gillian Anderson e David Duchovny e il regista/ideatore della serie Chris Carter, si sono detti disposti a continuare nel rispetto degli impegni personali. Ma le tempistiche si allungano e senza una notizia ufficiale che dia inizio alla produzione sembra che, con ogni probabilità, il ritorno non sarà possibile prima del 2018.

L'appuntamento è per l'autunno 2018?

Non abbiamo sicuramente una data ufficiale, ma è difficile anche parlare di "date ufficiose". David Madden ha infatti aggiunto: "Secondo le mie previsioni non potremo avere una nuova stagione quest'anno.

Si parla dell'autunno 2018 o del 2019. I tempi sono piuttosto stretti, ma sappiamo che non ci sono problemi, tutti vogliono tornare a lavorare alla serie, dobbiamo solo aiutarli a far funzionare il progetto". Concentrandosi poi sugli impegni dei due attori, Madden ha voluto tenere i piedi per terra: "Gillian vive a Londra e ha dei figli piccoli, sappiamo che spostarsi a Vancouver per 3-4 mesi non è così facile per lei. David è disponibile ma ha diversi impegni. È un progetto che si farà, ma per me non accadrà nel breve periodo".