Continua la polemica nata in seguito alle parole pronunciate da Elena Majoni, donna che aveva raccontato all'Arena di Massimo Giletti le violenze subite dal marito. Non un marito a caso, ma Gabriele Muccino, che ora è pronto a contrattaccare per tentare di difendersi non solo dalle parole dell'ex compagna, ma anche da quelle pronunciate dal fratello Silvio.

La difesa di Gabriele Muccino

Elena aveva raccontato diversi episodi di violenza, ricordando quella volta in cui Gabriele le si avvicinò all'improvviso, per tirarle uno schiaffo forte, così potente da lacerarle un timpano.

Ma gli avvocati del regista hanno subito deciso di correre ai ripari. Come riporta l'Ansa infatti, Muccino viene descritto come "il bersaglio di una gravissima campagna diffamatoria" che sarebbe stata messa in atto dalla Majoni negli ultimi 12 mesi. "E' stato offeso il suo onore e la sua reputazione personale e professionale", continuano i legali spiegando anche che le affermazioni sarebbero prive di fondamento.

L'obiettivo in questo momento è quello di poter così preservare la vita dei figli del regista, che sono minorenni. Per questo, fino ad oggi, avrebbe sempre evitato di replicare alle parole dell'ex compagna. Ma ora qualcosa è cambiato e scatterà quindi la querela!

Querelata l'ex moglie di Muccino

Come era già stato spiegato da Elena Majoni, le violenze in questione risalirebbero al periodo in cui i due erano sposati, quindi dal 2002 al 2006. Lei stessa aveva spiegato di aver taciuto per anni fino a quando "Le mie parole non potevano più essere messe in dubbio". Il suo silenzio è stato poi rotto nell'esatto momento in cui la donna è riuscita ad ottenere l'affido esclusivo del figlio Ilan, che l'ex coppia ha avuto nel 2003.

Come fanno sapere gli avvocati di Gabriele Muccino, Carlo Longari, Ernesto de Toni e Giambattista Casellati, pur non avendo mai parlato o smentito pubblicamente le parole della donna, la vicenda narrata sarebbe falsa, distorta e mistificata. Per questo "si comunica che sono stati querelati tutti i responsabili".