Chicago PD nella seconda puntata di questa quinta stagione alza il tiro. La trama riguarda infatti un attacco terroristico e il possibile coinvolgimento di un poliziotto. Ma andiamo per ordine. La puntata si apre con Kim, Kevin e Adam che scherzano tra loro mentre controllano che tutto vada bene nel festival che si sta svolgendo. Ad un certo punto due individui parcheggiano un furgone e se ne vanno. Kevin li vede e inizia ad inseguirli, ma Adam si accorge che all'interno del furgone è presente un ordigno che sta per esplodere. Lui, Kim ed il collega Frank Toma fanno scappare più persone possibili prima dell'esplosione.

Il bilancio sarà di due morti e molti feriti ed Hank Voight capisce che la strada da percorrere è senza dubbio quella del terrorismo. Dà indicazioni ai suoi, ma ben presto ci si accorge della scomparsa di Frank Toma. Nessuno riesce a trovarlo e il dubbio inizia ad insinuarsi anche nel revisore indipendente che non aspetta un attimo per dare la storia alla stampa. Hank Voight, contrariato, inizia gli interrogatori e la fatica di non poter fare come al solito lo rende irrequieto. Grazie alla nuova arrivata però, il detective Hailey Upton (Tracy Spiridakos) e il rispetto che la ragazza ha delle regole, la squadra riesce a scoprire lo stesso che ci sarà un secondo attacco. Nel frattempo, Toma viene ritrovato sulla riva di un fiume nell'intento di suicidarsi.

Kim fa di tutto per convincerlo a fermarsi e confidarsi con lei, ma tutto è inutile: Toma si spara davanti a lei. Prima di farlo però ha detto a Kim che lui non voleva e che esiste una busta a dimostrarlo. Così, Antonio aiuta Kim a cercare questa busta per provare l'innocenza del poliziotto. Gli agenti si recano nel suo appartamento e trovano un diario, la prova che Toma stava conducendo un'indagine sotto copertura autonoma e grazie alle informazioni raccolte da lui, la polizia di Chicago riesce a fermare i terroristi appena in tempo.

Non mancano nel corso dell'episodio illeciti e ingiustizie. Kim vuole infatti denunciare il comportamento intimidatorio e umiliante che il partner di Toma aveva assunto, portandolo ad una depressione irreversibile e, secondo lei, anche al suicidio. Hank è però costretto a fermare la ragazza, in quanto il partner di Toma è figlio di uno dei comandanti della polizia di Chicago, e denunciare lui vuol dire distruggere la sua carriera.

Negli ultimi momenti, nell'ufficio del revisore indipendente, Hank porta le prove di quanto accaduto. Il revisore gli dice chiaramente di stimarlo, perchè sa esattamente quando lottare e quando scappare volendo in un qualche modo rimarcare il suo ruolo e la sua superiorità. Ma Hank risponde deciso: caro Denny, io non scappo mai. Io aspetto.

Anticipazioni dell'episodio 5x03

Nel terzo episodio della quinta stagione che andrà in onda l'11 ottobre 2017 sul canale statunitense NBC vedremo Antonio a capo delle indagini. Si tratta di una storia di immigrati, dell'idea che gli immigrati hanno della polizia di Chicago e del traffico di droga. Una donna verrà uccisa apparentemente per alcuni motivi, ma forse dietro c'è dell'altro.

Segui la nostra pagina Facebook!