Il 15 luglio (data ancora da confermare) il conduttore televisivo Giancarlo Magalli dovrà presentarsi al Tribunale di Milano per rispondere di un'accusa di diffamazione aggravata nei confronti di Adriana Volpe. La presentatrice trentina, raggiunta dal quotidiano "Repubblica", ha spiegato che i procedimenti intentanti contro il volto noto de "I Fatti Vostri" sono due: uno a Roma, relativo alle parole scritte da Magalli sui social network, l'altro a Milano per alcune dichiarazioni rilasciate al settimanale "Chi".

Pubblicità
Pubblicità

La conduttrice ha deciso di denunciare il collega romano per presunte affermazioni discriminatorie. L'autore televisivo, infatti, aveva insinuato che la Volpe lavorerebbe nel mondo dello spettacolo non per le sue capacità artistiche, ma grazie alla sua vicinanza ad una persona molto potente. Dopo aver appreso delle rimostranze dell'ex modella, il presentatore aveva aggiunto di non aver mai alluso ad un "favore di letto", sottolineando che probabilmente era lei ad avere la "coda di paglia".

Adriana Volpe, nel corso dell'intervista a "Repubblica", ha lasciato intendere di non essere l'unica donna costretta a subire "angherie e soprusi" in Rai, aggiungendo di aver deciso di adire le vie legali per salvaguardare la propria dignità e, al contempo, quella di tante donne che devono fare costantemente i conti con atteggiamenti discriminatori. Inoltre la conduttrice ha dichiarato che, nonostante in un primo momento il pm di Roma avesse archiviato il caso, lei ha avuto la forza e il coraggio di andare avanti nel perorare la sua causa.

Pubblicità

Futuro incerto per Adriana Volpe dopo la chiusura di 'Mezzogiorno in Famiglia'

Proseguendo nelle sue affermazioni, Adriana Volpe ha rivelato di aver ricevuto una lettera di richiamo da parte della Rai, in cui le veniva chiesto di tenere un profilo basso e di non rilasciare alcuna intervista. In un secondo momento ha appreso di essere stata spostata a "Mezzogiorno in Famiglia", programma che il direttore di Raidue Carlo Freccero è intenzionato a chiudere.

La presentatrice ha anche accusato la Tv di Stato di non essersi mai dissociata dagli attacchi di Magalli nei suoi confronti, soprattutto quando il padrone di casa de "I Fatti Vostri", ospite del salotto televisivo di Gramellini, ha espressamente detto (riferendosi alla Volpe) di non avere alcuna intenzione di parlare con le "bestie", aggiungendo di non volerla affatto nominare perché "campa di questo".

Adriana Volpe, dopo aver ricordato di aver lavorato per otto anni insieme a Magalli, ha sottolineato che ancora oggi non si spiega come mai lo showman romano abbia sempre nutrito tutto quest'astio nei suoi confronti.

Pubblicità

Inoltre ha ribadito il diritto ad essere rispettata come donna, ricordando: "Puoi sfregiare una donna anche con le parole, se infanghi la sua dignità". Infine ha riconosciuto che ad oggi il suo futuro lavorativo appare quantomai incerto, soprattutto a causa della chiusura di "Mezzogiorno in Famiglia", varietà al quale probabilmente non sarebbe approdata se non ci fosse stato il contenzioso con Magalli.

Leggi tutto