Come tutti i telespettatori avranno avuto modo di vedere ieri sera, a Live non è la D'Urso la padrona di casa ha smascherato la showgirl Pamela Prati in diretta televisiva. Barbara D'Urso, infatti, ha svelato i reali motivi dell'assenza della Prati in puntata. La conduttrice ha detto che l'avvocato della showgirl aveva contattato la produzione del programma avanzando delle richieste alquanto assurde.

Tra queste ci sarebbe quella relativa al cachet da migliaia di euro da elargire alla showgirl affinché si sottoponesse all'intervista. Ebbene, dopo quanto detto da Lady Cologno, l'avvocato di Pamela Prati, Irene Della Rocca, ha smentito categoricamente le sue affermazioni. Nel corso di un'intervista con "Fanpage" la donna ha dichiarato che la sua assistita non voleva nessun cachet, ma solo un risarcimento danni di 60 mila euro.

La versione di Barbara D'Urso

Il Prati-gate non accenna proprio ad arrestarsi.

Nel corso della puntata di ieri si sarebbe dovuta tenere un'importantissima intervista doppia a Pamela Prati ed Eliana Michelazzo. La D'Urso ha detto che tutto sembrava pronto fino all'ultimo momento. Verso pomeriggio, però, l'avvocato di Pamela Prati pare abbia contattato la produzione del programma per fare richieste alquanto assurde, a detta della conduttrice ovviamente. Tra queste ci sarebbe stata la richiesta di un cachet elevatissimo e di una documentazione atta a certificare il fatto che la D'Urso si sarebbe impegnata ad essere completamente a favore della showgirl durante l'intervista.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Gossip Barbara D'Urso

La replica dell'avvocato di Pamela Prati, Irene Della Rocca

Ebbene, in seguito a tali dichiarazioni, l'avvocato Della Rocca è intervenuta. La professionista ha spiegato che la sua assistita non ha chiesto alcun cachet. La cifra richiesta, del valore di 60 mila euro, sarebbe servita solo per risarcire i danni d'immagine arrecati alla showgirl. Si tratta di tutte le immagini andate in onda lo scorso 15 maggio, in cui le telecamere del programma 'Live, non è la D'Urso' inseguirono la Prati fuori dallo studio senza il suo espresso consenso.

Inoltre, l'avvocato è anche intervenuto sulla questione dell'atteggiamento che avrebbe dovuto assumere Barbara D'Urso. In merito a ciò, l'esponente legale ha detto che, semplicemente, la conduttrice non si sarebbe dovuta mostrare ostile nei confronti della sua ospite dal momento che la Prati era molto provata per tutta la vicenda. Anche l'intervista, sarebbe dovuta durare 10, massimo 15 minuti, perché la showgirl non era in grado di affrontarla ulteriormente, essendo per l'appunto sotto forte stress.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto