Un posto al sole non è stato trasmesso ieri venerdì 15 maggio su Rai3 per dare spazio alla serata evento di Che storia è la musica, andata in onda per la prima volta a Natale del 2019.

La Rai ha fatto tale scelta per omaggiare il maestro Ezio Bosso scomparso oggi a Bologna all’età di 48 anni.

A tale proposito lo staff di Un posto al sole ha postato un annuncio ufficiale sui suoi profili social, in cui ha comunicato ai suoi fan il cambio di programmazione e nel quale ha dispensato elogi per il grande maestro.

Un posto al sole lascia il posto a Ezio Bosso

La replica di Un posto al sole di venerdì 15 maggio 2020, non è stata trasmessa, al suo posto Rai 3 ha infatti deciso di mandare in onda a partire dalle ore 20:45 Che storia è la musica con protagonista Ezio Bosso.

Il progetto sperimentale molto innovativo, voluto dal maestro, aveva il lodevole intento di avvicinare la "musica alta" al grande pubblico. Non sono state fornite invece indicazioni per quanto riguarda il recupero della puntata, in ogni caso le repliche di Un posto al sole torneranno regolarmente in onda a partire da lunedì 18 maggio.

L'annuncio sui social

Sui profili social della soap opera Un posto al sole nel pomeriggio di questo 15 maggio è apparso un messaggio accorato per avvisare i fan della mancata messa in onda dell'episodio e per commemorare la dipartita del grande maestro Ezio Bosso.

Questo il testo: "La scomparsa di un artista del pregio, dell'energia e della forza di Ezio Bosso ci lascia attoniti.

Stasera Un posto al sole lascia il passo a uno speciale dedicato al Maestro che ha rotto le barriere della musica classica, rendendola fruibile a tutti interpretandone i sentimenti: Rai3 ripropone alle ore 20.45, la serata evento di "Che storia è la musica". Un atto d’amore verso il grande repertorio classico e verso tutti coloro che lo sentono inaccessibile, con musiche dello stesso Bosso, di Ludwig van Beethoven e Giuseppe Verdi".

La morte di Ezio Bosso

Direttore d’orchestra, pianista e compositore, il maestro Ezio Bosso si è spento ieri all'età di 48 anni a Bologna. L'artista era stato operato nel 2011 a causa di un tumore al cervello e successivamente gli era stata diagnosticata una malattia neurodegenerativa con cui ha dovuto convivere per anni.

Intanto proprio nella città di Bologna è stato deciso di dedicare a Bosso la sala concerto del teatro Auditorium Manzoni. Nel 2016 l'artista raggiunse il grande pubblico anche grazie a Carlo Conti, che lo volle fortemente al Festival di Sanremo come ospite d'eccezione: la sua strepitosa performance commosse tutto il pubblico.

Segui la pagina Anticipazioni Tv
Segui
Segui la pagina Un Posto Al Sole
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!