Giovedì 19 novembre su Rai 1 a partire dalle ore 21:35 è stata trasmessa l'ultima puntata di Doc-Nelle tue mani. In un'intervista rilasciata a Fanpage.it i due sceneggiatori della serie televisiva, Viola Rispoli e Francesco Arlanch, hanno confermato di essere al lavoro per una seconda stagione confermando che il Covid sarà presente senza però essere l'argomento clou della trama.

Il futuro di Doc

In un'intervista rilasciata a Fanpage, i due sceneggiatori hanno dunque confermato che ci sarà una seconda stagione di Doc-Nelle tue mani spiegando che le riprese dovrebbe cominciare a marzo o comunque nella primavera del 2021.

Per quanto riguarda la messa in onda dei nuovi episodi la data d'inizio potrebbe essere fissata tra la fine dell'autunno 2021 e l'inizio del 2022 mentre le nuove puntate saranno 16.

"Abbiamo un'idea su tutto l'arco della seconda stagione" ha dichiarato Viola Rispoli. Chiare le idee anche sull'inserimento nella trama della pandemia da coronavirus: "E' una serie medical ambientata nella Milano contemporanea, la Covid ci sarà, ma Doc non diventerà una serie sulla Covid. Come ogni ferita, sarà un punto da cui ricominciare".

Per quanto riguarda le anticipazioni sulla prossima stagione, Andrea Fanti rimarrà un inguaribile romantico. Il medico si troverà di fronte a un bivio dovendo decidere se tornare o meno ad essere il primario di Medica Interna.

Arlanch ha anche confidato che nella fiction arriverà una luminare della medicina che spesso si troverà in conflitto con Andrea Fanti.

Chi ha contribuito al successo della serie

L'ultima puntata di Doc-Nelle tue mani ha ottenuto uno share del 30% con 8 milioni di telespettatori. A Fanpage.it gli sceneggiatori della serie evento di Rai 1 hanno sottolineato che la Rai cercava una serie "medical" che potesse durare più stagioni.

Per lavorarci, i due sono stati due anni al Policlinico Gemelli di Roma per vedere da vicino come si svolgeva la giornata in un reparto di Medicina Interna.

Secondo Viola e Francesco, il successo di Doc è arrivato anche grazie al ruolo degli specializzandi. Il duo Rispoli-Arlanch aveva passato al vaglio numerose ipotesi sulla vita privata dei ragazzi e una volta trovata la chiave hanno portato sul piccolo schermo le storie più accattivanti.

Stando a quanto riferito dai due sceneggiatori la vita privata di Elisa, Gabriel, Alba e Riccardo è vicina alla realtà. Gli sceneggiatori hanno cercato di portare in televisione una famiglia: "La sensazione è che potesse diventare una famiglia in cui Doc era il padre mentore".

Viola Rispoli e Francesco Arlanch hanno preferito non commentare la scelta di mandare in onda un solo episodio di Doc. Al momento non è chiaro se anche la seconda stagione verrà trasmessa in quel modo per via di una nuova linea aziendale oppure si sia trattata di un'eccezione.

Segui la pagina Anticipazioni Tv
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!