La fiction "denuncia" con Sabrina Ferilli, Ettore Bassi e Francesco Arca trasmessa a partire da fine marzo su Canale 5 ha affrontato un tema molto forte: l'inquinamento causato dalle fabbriche con le polveri emesse durante le produzioni e gravi danni alla salute di chi vive vicino ad esse. La serie che è terminata il 7 aprile dal titolo Svegliati amore mio, è andata in onda per tre puntate portando sul piccolo schermo un cast di spicco, tra cui anche in una piccola comparizione, Ricky Tognazzi. Grazie alla stampa, Nanà (interpretata da Sabrina Ferilli) ha combattuto la più difficile nemica della verità: l'omertà su un caso intorno al quale giravano grossi interessi.

Dopo la messa in onda in TV in prima serata la fiction ormai terminata si può rivedere in replica su Mediaset Play.

Trama fiction Svegliati amore mio

La storia racconta delle vicissitudini di una famiglia sconvolta dalla malattia della figlia Sara. L'adolescente amante del nuoto, tutto ad un tratto si trova ad affrontare un grave problema di salute. Nel corso di una gara ha un malore e la sua realtà, fatta di piccole passioni, viene sconvolta. Nanà, interpretata da Sabrina Ferilli, scopre dalla dottoressa che ha in cura sua figlia, che non è la sola a star male. Guardando il diario della ragazzina viene a sapere che una compagna di Sara è morta per una grave malattia. E proprio parlando con la madre dell'amichetta sfortunata, capisce che dietro le malattie di molti ragazzini, come sua figlia, c'è una causa comune: la presenza non distante dalla città di un complesso siderurgico.

A complicare la vita di Nanà e Sergio ci pensa l'arrivo di Mimmo, che non ha mai dimenticato Nanà, sua ex fidanzata. Sergio dopo essersi scontrato con il suo amico di sempre, finisce in carcere per l'assassino di Mimmo che viene trovato morto dopo un incidente.

Sergio deve, quindi, difendersi da nuove accuse che portano tutti a credere che sia lui ad aver causato la morte di Mimmo: un operaio dichiara che l'uomo ha minacciato di morte l'amico, prima dell'omicidio.

La stessa Nanà a questo punto dubiterà del marito, per cui sarà sempre più complicato dimostrare la sua innocenza. I suoi problemi personali non la fermeranno, comunque, nella protesta contro la fabbrica. Lei ed altre mamme scenderanno in piazza per difendere la salute dei propri figli e degli abitanti della cittadina contro la Ghisal.

E dopo un momento di iniziale omertà e paura tutti si coalizzeranno con lei. Un reportage di un giornalista amico di Nanà metterà alla luce tutta la verità sul caso.

Il messaggio di denuncia della fiction

Una bella storia quella raccontata in Svegliati amore mio, che lancia un importante "messaggio di denuncia" contro le fabbriche che riversano nell'ambiente materiali liquidi e fumi, causando gravi danni alla salute degli indigeni del posto oltre all'inquinamento. È chiaro che per le industrie riveste una priorità assoluta, ormai, quella di assicurare non solo il lavoro, ma anche la salute di chi vive vicino alle fabbriche spingendo le multinazionali ad investire non solo nelle produzioni ma anche nelle misure di sanificazione e bonifica.

Repliche su Mediaset Play della fiction

La puntata di ieri sera ha consacrato il successo di Sabrina Ferilli come attrice di fiction di spessore raggiungendo il 16 % di share, con 3,8 milioni di telespettatori. Chi si fosse perso questo appuntamento di ieri sera o volesse rivedere una delle puntate può farlo su Mediaset Play. Infatti, tutti i programmi delle reti Finivest possono essere seguiti in replica sul sito della Mediaset, anche tramite smartphone, tablet o computer. Per poter accedere e visionare i contenuti presenti sulla piattaforma basta registrarsi. Mediaset Play è disponibile anche in app, ed i contenuti preferiti possono essere salvati per guardarli in seguito.

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la pagina Anticipazioni Tv
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!