Sono passate più di 24 ore dalla morte di Michele Merlo e l'ondata di cordoglio e commozione non accenna a diminuire. Il giovane, conosciuto con il nome d'arte di Mike Bird, si è spento nella giornata di domenica 6 giugno, a causa di una emorragia cerebrale dovuta a una leucemia fulminante. Sono tantissimi i messaggi di fan, amici e colleghi che hanno voluto salutare pubblicamente il 28enne. Nelle ultime ore, anche la mamma Katia ha voluto rendere pubblico il proprio messaggio di addio dedicato al suo unico figlio Michele. Un messaggio pieno di amore e di forza, di una mamma che chiede aiuto al proprio figlio per superare il dolore: "Dovrai darci la forza per andare avanti".

'Ti abbraccio con la tua canzone preferita'

Il messaggio di Katia è stato pubblicato dalla stessa attraverso i propri profili social. La donna si rivolge direttamente al suo figlio, chiedendogli di ricordarsi di tutte le persone che lo hanno amato e che gli sono stati vicini qui sulla terra, chiedendo a Mike di dare a loro la forza per andare avanti: "Ciao amore mio grande. Saluta tutti lassù, però ricordati che qui sotto ci siamo noi e sarai tu a doverci dare la forza per andare avanti, altrimenti non ce la possiamo fare". La genitrice ha ricordato che Michele la chiamava sempre "mamma Katia", concludendo il messaggio affermando al figlio che sarà per sempre la sua vita e che lo ama: "Sarai sempre la mia vita.

Ti amo. Ti abbraccio con la tua canzone preferita". Parole, queste, che si aggiungono a quelle arrivate dal papà Domenico, che qualche ore prima aveva invitato tutti a guadare il cielo perché avrebbero trovato Michele, ovvero la "stella più luminosa". Il padre aveva concluso il proprio messaggio ringraziando tutti per la vicinanza in un momento tanto complicato.

Funerali rinviati: la famiglia chiede che venga effettuata l'autopsia

Parallelamente al cordoglio e al dolore, però, nei fan e nella famiglia prevale anche un sentimento di giustizia e di ricerca della verità su quanto avvenuto. In particolare il padre Domenico, nelle scorse ore, aveva fatto un appello affinché venga fatta chiarezza su quanto avvenuto nel pronto soccorso di Vergato, al quale Michele si era rivolto per poi essere rispedito a casa con una prescrizione antibiotica per curare le placche alla gola.

In particolare, la famiglia vuole capire se la morte di Michele poteva essere evitata o meno. A tal proposito, il padre ha annunciato che chiederanno che venga effettuata l'autopsia sul corpo del giovane. Solo dopo l'esame autoptico potranno celebrarsi i funerali. Domenico Merlo ha concluso annunciando di aver già dato mandato ai propri avvocati di sporgere denuncia.