Anche il mese di novembre del 2013 in Italia sarà all'insegna dei disagi per il settore dei trasporti. Tra le agitazioni ad oggi confermate ci sono in particolare quelle dei lavoratori dei porti e del settore aereo.

Nel dettaglio, per 24 ore, ad incrociare le braccia venerdì prossimo, 8 novembre del 2013, saranno i lavoratori dei porti in forza ad uno sciopero che è stato proclamato dalle sigle Uiltrasporti, Fit-Cisl e Filt-Cgil.



Al centro della protesta, in accordo con una nota ufficiale congiunta dei Sindacati, c'è lo stallo per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. In particolare, le sigle Uiltrasporti, Fit-Cisl e Filt-Cgil attendono dal Parlamento e dal Governo italiano delle risposte concrete in merito ad alcune proposte che sono state presentate a tutela dei lavoratori e per rilanciare in Italia l'economia portuale.





Il 22 novembre del 2013, invece, per quattro ore a scioperare sarà il settore aereo in forza ad uno sciopero nazionale che è stato proclamato dalle segreterie di Fit Cisl, Ugl Trasporti, Uiltrasporti e Filt Cgil. La protesta dei lavoratori del settore aereo del 22 novembre del 2013 inizierà alle ore 13 per concludersi alle ore 17.

In accordo con quanto reso noto dalla Uiltrasporti, ad incrociare le braccia venerdì 22 novembre del 2013 saranno non solo i piloti dei velivoli e gli assistenti di volo, ma anche il personale a terra addetto all'assistenza, alla manutenzione ed al controllo del traffico in aeroporto, ed il personale di terra delle compagnie aeree.