Stanno per partire, il prossimo settembre, incentivi su bonus pc fino a 500 euro per le connessioni veloci a internet e per l'acquisto di tablet. Si tratta di un incentivo a favore delle famiglie stanziato nell'ambito del piano nazionale delle riforme (Pnr) del governo italiano con focus sulla digitalizzazione del paese.

Con l'Isee fino a 50.000 euro, la misura prevede il riconoscimento con la formula del voucher di un bonus pari a 200 euro per la sottoscrizione di connessioni veloci a Internet; mentre con un Isee sotto i 20.000 euro il bonus sale a 500 euro e può essere utilizzato pure per l'acquisto di personal computer e di tablet.

L'erogazione degli incentivi è attesa in due fasi: la prima da settembre andrà a interessare le famiglie con Isee sotto i 20.000 euro, e poi a seguire, probabilmente entro e non oltre la fine del 2020, la fase due con il bonus internet da 200 euro per le famiglie con Isee sopra i 20.000 euro, ma sotto i 50.000 euro.

Voucher acquisto pc, tablet e connessioni veloci

Come per il bonus vacanze, pure gli incentivi per la digitalizzazione potranno essere richiesti dalle famiglie collegandosi ad una piattaforma dedicata sul web che è ancora in fase di allestimento. L'incentivo sarà fruibile pure da parte delle imprese, ma con importi del bonus riconosciuti più alti, e precisamente 500 euro per le connessioni veloci pari a minimo 30 Mbps, e fino a 2.000 euro per la banda ultra-larga fino a 1 Gbit/s.

Per le imprese saranno messi a disposizione 401.159,943 euro di incentivi per la connettività 1 Gbit/s, e 114.617,127 euro per quella pari ad almeno 30 Mbit/s.

Gli incentivi per le famiglie relativi alla prima fase ammontano a 86.542,816 euro e a 320.927,954 euro per la fase 2. L'obiettivo è quello di permettere a 173.086 famiglie di accedere al bonus PC in fase 1, e a 1.604.640 famiglie in fase 2 per il bonus internet.

I vantaggi legati al bonus pc-internet e le offerte in arrivo

Il bonus pc per l'acquisto di computer, tablet e connessioni veloci al web permetterà di accelerare un percorso che in maniera forzosa è già iniziato con la pandemia di coronavirus, ovverosia lo smart-working nel mondo del lavoro, e la didattica a distanza nel mondo della scuola.

Inoltre, tenendo conto proprio dell'arrivo degli incentivi governativi, gli operatori di servizi di telecomunicazioni per il mese di settembre stanno predisponendo delle offerte ad hoc.

Gli incentivi digitalizzazione sono stati approvati dall'Ue

I bonus digitalizzazione per le famiglie e per le imprese sono stati confermati dalla ministra per l’Innovazione Pisano. Al riguardo la ministra, dopo il via libera al bonus pc da parte dell'Ue, ha inoltre posto l'accento sul fatto che le risorse complessive stanziate ammontano a ben 1,15 miliardi di euro.

Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!