Ponte del Primo Maggio, tante persone in viaggio lungo la Penisola, personale operativo presumibilmente ridotto (il Primo Maggio è pur sempre la Festa del Lavoro!), e più di qualcuno potrebbe sentirsi in diritto di prendere il treno senza biglietto, pensando di passare inosservato (e indisturbato...).

Per evitarlo, e nel rispetto di chi viaggia regolarmente acquistando il proprio biglietto, Ferrovie dello Stato promuove anche quest'anno la campagna "No ticket, no parti" attiva ormai dal 2008, intensificando i controlli anti evasione sui treni nella giornata di domani, avvalendosi anche di un servizio di controllo prima dell'accesso a bordo, al fine di garantire un maggior ordine sui convogli.

Un impegno che viene rafforzato nella giornata di grandi spostamenti del Primo Maggio, ma che Ferrovie dello Stato persegue costantemente, anche in collaborazione con la Polizia Ferroviaria, come specifica l'Azienda in una nota: "Il personale ferroviario è impegnato quotidianamente da un lato per allontanare dai treni i viaggiatori privi di biglietto e denunciare quanti tentano di eludere i controlli; dall'altro per ridurre progressivamente i disagi agli altri viaggiatori e i danneggiamenti ai treni."

Una meta d'eccellenza per la giornata di domani potrebbe essere la Capitale, soprattutto per il tradizionale concerto di Piazza San Giovanni organizzato dalle sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil e giunto alla 24esima edizione.  #Trenitalia