Pronti a festeggiare un compleanno davvero galattico. La sonda Cassini compie 10 anni di avventura straordinaria tra gli anelli di Saturno.

Si tratta di una missione robotica interplanetaria congiunta NASA, ESA, e Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

La sonda Cassini arriva su Saturno dopo gli illustri predecessori Pioneer 11 e Voyager 1 e 2, ma è la prima ad essere entrata nell'orbita del pianeta. Lanciata il 15 ottobre 1997 da Cape Canaveral, il 25 dicembre 2004 ha smesso di essere nave-madre della sonda Huygens che si è sganciata ed è scesa nell'atmosfera della più grande luna di Saturno, Titano. Il 1 luglio 2004, dopo un viaggio di 7 anni e 3 miliardi e mezzo di chilometri, la sonda italiana compie con successo la manovra d'inserimento nell'orbita di Saturno.

Cassini è a caccia di dati e immagini uniche che già hanno rivelato affascinanti scoperte, come la possibile presenza di acqua liquida sulle inospitali superfici di alcune lune di Saturno, Titano, una di queste, composto principalmente di ghiaccio d'acqua, è uno dei corpi rocciosi più massicci dell'intero sistema solare. La presenza di acqua rende teoricamente possibile il sostenimento di vita.

Quanta strada dalle prime, fondamentali, ricerche dall'Osservatorio di Panzano di fine Seicento dell'astronomo Giovanni Domenico Cassini.

La sonda sarà ancora in orbita per tre anni prima di distruggersi a 20 anni dal suo lancio, chissà quante altre scoperta ci rivelerà ancora. #scienza