#Trenitalia fa parlare di sé, tanto è vero che venerdì 5 dicembre 2014 è previsto uno sciopero di 8 ore indetto dal segretario generale della Cgil Susanna Camusso per contrastare la Legge di Stabilità e la Riforma del Lavoro Jobs Act.

Trenitalia oltre ad offrire nuovi posti di lavoro, conseguentemente ad un procedimento penale attivato dalle numerose segnalazioni dei cittadini e delle associazioni dei consumatori, provvede ad inserire una nuova norma per quanto concerne la riduzione della durata per i rimborsi per il ritardo di un treno, ecco la guida per ogni viaggiatore.

Trenitalia Rimborsa: ecco la guida sulle nuove regole per il viaggiatore

Dal mese di marzo 2015 partiranno le nuove normative di Trenitalia la quale si dovrà organizzare mediante affissioni sui treni, nelle stazioni, attraverso le email ecc.

per comunicare quali sono i diritti dei viaggiatori.

In un bollettino decretato dalla Federconsumatori si legge che Trenitalia dovrà versare una sanzione equivalente a un milione di euro, ecco la ragione: Il meccanismo di controllo e di anomalie di viaggio nel trasporto ferroviario passeggeri di medio e lungo tragitto sul territorio nazionale. Trenitalia reputa assenza di ticket anche quando un passeggero si trova nell'impraticabilità di comperare il biglietto applicando senza riserbo multe sino a 200 euro.

La nuova normativa del 2015 prevede che per il Rimborso Trenitalia dovrà ridurre i tempi in questo modo:

  • Il lasso di tempo che dovrà passare prima di poter richiedere un rimborso per l'arrivo di un treno in ritardo, dall'arrivo a destinazione sarà di 3 giorni (prima erano 20 giorni).

  • Nelle stazioni ferroviarie di Roma, Milano, Bologna, Torino e Firenze si prevede un limite di disponibilità di 3 minuti e Trenitalia avrà il dovere di avvisare i viaggiatori acusticamente. Sarà possibile richiedere il rimborso nel caso il treno abbia un ritardo di 30 minuti (prima erano 60 minuti).

La nuova normativa prevede anche:
  • La facoltà di avere un bonus (non in soldi) equivalente al 25% del costo del biglietto per i tragitti sul territorio nazionale di medio e di lungo tratto, da utilizzare nei seguenti viaggi.

  • Con lo scopo di garantire il viaggiatore vi sarà l'inserimento di un ticket globale misto in alternativa a quello tipico.

  • Il bonus di rimborso sarà in base alla somma pagata.

  • Qualora si perdesse una coincidenza a causa di un ritardo ci sarà la possibilità di proseguire il viaggio.



Per ulteriori informazioni rivolgersi sul sito online di Trenitalia.