2

Cava de' Tirreni è un'ottima alternativa per il turista che si trova in costiera amalfitana. Facilmente raggiungibile con l'auto o con gli autobus della Sita, dista infatti pochi chilometri da Amalfi e appena 5 da Salerno. Ottimo il borgo quattrocentesco porticato, ricco di negozi, per passeggiare e fare shopping; ottima poi la cucina locale da assaggiare in uno dei tanti ristoranti o taverne del centro o delle frazioni.

Da visitare, a pochi chilometri, la millenaria Abbazia Benedettina vero scrigno di tesori d'arte e testimonianze artistiche. Fondata nel 1011 da S. Alferio Pappacarbone, nobile che abbracciò la vita monastica in età matura presso il celebre monastero di Cluny in Francia.

Ma dalle colline cavesi partono anche tanti sentieri per il trekking e la mountain bike: verso la costiera amalfitana il sentiero dell'Avvocata, eremo che sovrasta Maiori. Altrimenti, il lato delle colline orientali permette di godere anche del panorama del Vesuvio e di Napoli, verso sud la collina di S. Liberatore permette anche l'arrampicata e dalla sua cima si osserva l'intero golfo di Salerno fino a Paestum.

Meta dei viaggiatori dell'800, nel 1929 la città di Cava è stata dichiarata Stazione di Soggiorno e Turismo. Una particolarità del paesaggio collinare cavese è rappresentata dalle torri di avvistamento per il gioco della "Caccia al colombo selvatico". Tradizione venatoria di antica origine, forse già praticata dai romani, è stata in uso fino agli anni '60 dello scorso secolo. Sfruttando la migrazione verso sud del colombo selvatico, nel mese di ottobre, venivano stese apposite reti dai cacciatori che spingevano gli stormi migratori verso queste usando grida e sassi imbiancati di calce.

I migliori video del giorno

Oggi ci resta la memoria di questo gioco attraverso un filmato del 1947 realizzato per una "Settimana Incom" ed una serie di torri di pietra disseminate sul territorio: molte di queste sono in parte diroccate, ma altre sono ancora in buono stato di conservazione e visitabili: da soli o in compagnia di gruppi un'alternativa al mare della Costiera Amalfitana.