"Il mondo è un libro e chi non viaggia ne legge solo una pagina" diceva Sant'Agostino. Già, ma non sempre è semplice uscire alla scoperta del mondo, specialmente se si è costretti a farlo su una sedia a rotelle. 

Fortunatamente, sono sempre di più i luoghi resi accessibili a chiunque. Abbiamo selezionato per voi cinque città europee che ci sembrano facilmente visitabili.

1. Berlino

Al primo posto si colloca la capitale tedesca. Nonostante sia grande e densamente popolata, è perfetta per le esigenze dei #disabili. I marciapiedi sono ampi, privi di ostacoli e dotati di molti scivoli. I mezzi pubblici, poi, di superficie e sotterranei, sono efficientissimi: trasportano in ogni angolo della città, sono frequenti e tutti forniti di rampe per le carrozzine o i passeggini.

Naturalmente, le linee metropolitane sono raggiungibili mediante ampi ascensori. 

2. Vienna

Restando in un Paese di lingua tedesca, la capitale austriaca è altrettanto accessibile. Anche qui ci sono mezzi efficienti e le metropolitane sono dotate di ascensori confortevoli e veloci. Vienna, inoltre, per chi ama l'arte e la storia, è sicuramente più affascinante rispetto a Berlino, la cui architettura è molto moderna e in cui le principali attrazioni riguardano il periodo dal secondo conflitto mondiale a oggi. Il maestoso castello di Schönbrunn e la fortezza costruita per il Principe Eugenio di Savoia ci riportano allo splendore della dinastia degli Asburgo e della Vienna imperiale. Ci si immerge in una splendida atmosfera d'altri tempi, senza i problemi legati alle barriere architettoniche, quasi inesistenti, o, comunque, facilmente aggirabili, grazie anche alla cortesia del personale addetto alla sorveglianza di tutti questi luoghi.

I migliori video del giorno

3. Parigi

Agli amanti dell'arte, in tutte le sue forme, non si può non consigliare un viaggio a Parigi. Anche la capitale francese, in un certo modo, è accessibile. Sono poche le metropolitane dotate di ascensori, ma i mezzi di superficie sono efficienti e tutti provvisti di rampe. Le attrazioni, come noto, sono moltissime e famosissime: molte di esse visitabili, almeno in gran parte. Si può, per esempio, salire fino al secondo piano della Tour Eiffell e non ci sono barriere particolari al museo del Louvre, nella Cattedrale di Notre Dame e alla Reggia di Versailles. Il problema di quest'ultima, potrebbe essere, forse, rappresentato dalla pavimentazione esterna, ma lo sforzo verrà ripagato non appena si varcherà la soglia. 

4. Londra

Ricca di spunti è sicuramente anche Londra, che presenta anche caratteristiche peculiari, che la rendono unica nel panorama europeo, come le ben note cabine telefoniche, le auto con il posto per l'autista a destra o gli autobus a due piani. Spostarsi tra Buckingham Palace e Westminster è molto semplice.

Se si vuole godere delle bellezze artistiche e naturali con una rilassante passeggiata, si possono sfruttare i larghi marciapiedi; se, invece, si preferisce ricorrere a un mezzo, si può contare su autobus e metropolitane, quasi tutte accessibili. In più, a differenza di ciò che accade in molte altre città europee, a Londra anche i taxi, particolarmente spaziosi, accolgono facilmente sedie a rotelle.

5. Firenze

Naturalmente, anche nel nostro Belpaese, ricco di storia e di bellezze naturali e artistiche, non mancano città facilmente accessibili. Firenze, per citarne una. Il suo fascino è indubbio e visitarla è abbastanza semplice. Attraversato il Ponte Vecchio, si giunge agli Uffizi, sicuramente degni di una lunghissima visita, immersi nella cultura, senza la paura di doversi arrendere a causa delle troppe barriere. Anche la Cattedrale e il Battistero, noti a livello mondiale, meritano la loro fama: raggiungerli, forse, è un po' complicato, date le condizioni della pavimentazione della piazza che li ospita, ma è consigliabile non demordere: ne vale indubbiamente la pena.

Sperando di avervi fornito qualche spunto interessante, vi auguriamo buon viaggio. #vacanze estive