Per le strade italiane è iniziato ufficialmente il weekend più caldo dell'estate 2018. Quello che si avvicina sarà un fine settimana da 'bollino nero' per il traffico automobilistico, a causa delle moltissime partenze in direzione di gettonate località marittime o montane. Soprattutto nella ore della fascia anti-meridiana, su tutte le reti autostradali italiane vige divieto assoluto di circolazione per i mezzi pesanti (oggi, sabato 11 agosto, dalle ore 08:00 alle ore 22:00, e domani, 12 agosto, dalle ore 07:00 alle ore 22:00) al fine di rendere più agevoli gli spostamenti dei vacanzieri.

Le statistiche

Secondo i dati statistici dell'Istat(Istituto nazione di statistica), quasi sei italiani su dieci (precisamente il 57%) non resteranno a casa nel giorno di Ferragosto [VIDEO]: chi si metterà in viaggio per raggiungere amici, parenti e familiari, chi andrà a fare una gita in campagna e in montagna, come emerge da un sondaggio effettuato da Coldiretti-Ixè.

Secondo i dati comunicati da Assoturismo e Confesercenti per il ponte vacanziero tra domenica 11 agosto e mercoledì 15 agosto sono già state vendute circa l'88 per cento delle camere online. Si stima una presenza turistica pari a circa 219 milioni di persone nel trimestre giugno-agosto, 4,5 milioni in più del 2017.

Le principali autostrade

Le criticità, per quanto concerne la circolazione stradale, sono previste sulle maggiori arterie autostradali della penisola. In particolare, sono previste lunghe code sulla A4 Trieste-Venezia, in Friuli Venezia Giulia. Traffico intenso e intasamenti anche sulla A1 Milano-Napoli, in direzione Napoli, con code chilometri all'altezza del casello di Roma. Tratto molto critico, sempre sulla A1, direzione Milano, è il raccordo A1-A14 di Casalecchio, sul quale lo scorso lunedì è esplosa un'autocisterna che trasportava gpl [VIDEO]: l'autostrada è aperta su entrambi i sensi di marcia, ma - ovviamente - si viaggia su una sola carreggiata con conseguenti rallentamenti.

Ingorghi automobilistici anche lungo la riviera romagnola e nella zona di Modena, nel tratto dell'intersezione con la A22 - autostrada del Brennero. Fra Courmayeur Sud e il Monte Bianco, al fine di regolare l'afflusso di veicoli al traforo (dove i tempi di attesa nelle scorse giornate hanno raggiunto anche le due ore), è stata predisposta la chiusura, in direzione della frontiera, dell'A5, che collega Torino al massiccio alpino. Anche durante le ore notturne il traffico della marcia vacanziera è stato molto sostenuto.