Il mese di ottobre 2016 è stato ricco all'inizio di eventi astronomici, infatti abbiamo assistito a molte congiunzioni di pianeti con la Luna che li ha baciati quasi tutti: il 3 con Venere, il 6 con Saturno, l'8 con Marte e chiuderemo il mese con l'ultimo appuntamento tra Luna-Giove il 28 e una nuova congiunzione tra Venere-Saturno il 30 ottobre. Le sorprese non sono finite, infatti a partire dal 21 ottobre si potrà assistere a una pioggia di stelle cadenti: tornano le Orionidi.

Orionidi del 2016

Tornano le Orionidi a illuminare il cielo autunnale. Sono uno sciame meteorico che appare periodicamente fra il 2 ottobre e il 7 novembre.

Pubblicità
Pubblicità

Si avrà il picco di meteore a partire dal 21 fino al 22 ottobre, l'apice di maggiore visibilità ci sarà dopo la mezzanotte. Le meteore sono residui della cometa Halley mentre effettua i suoi passaggio vicino al Sole. Per gli amanti dell'#Astronomia e non solo, è consigliabile assistere allo spettacolo nelle prime ore del mattino tra i giorni indicati sopra, in quanto la presenza della luce lunare, che il 22 ottobre entra nell'ultimo quarto, potrebbe diminuire la visibilità dello sciame meteorico. Le stelle cadenti ci accompagneranno qualche giorno e chiuderemo il mese con l'ingresso sia della Luna nuova il 30 ottobre 2016 alle ore 18:39 e il cambio dell'orario tra il 29 e il 30 ottobre 2016.

Torna l'orario solare 2016

Il mese di ottobre si chiuderà in bellezza, Tra congiunzioni spettacolari tra i pianeti e pioggia di meteore,tra un desiderio e l'altro, verrà ripristinato l'orario solare. La notte tra il 29 e 30 ottobre verranno spostate le lancette di un'ora indietro e le giornate si accorceranno notevolmente. Alle 3 della notte tra sabato e domenica di fine ottobre, tornerà l'ora esatta.

Pubblicità

Già a inizio di ottobre le giornate si erano accorciate di un'ora e 20 minuti, e questa riduzione continuerà fino all'ingresso dell'ingresso del Solstizio d'inverno quando si avrà il giorno più corto dell'anno. Quest'anno cadrà il 21 dicembre, alle ore 10:44. #Ambiente #orionidi2016