L'incidente di Roswell è accaduto quasi cinquant'anni fa e ancora oggi molti studiosi stanno cercando di capire che cosa sia successo, anche perché nessuno ha mai dato una spiegazione ritenuta certa e inconfutabile. Raymond Szymanksi, un ex ingegnere che prestava servizio presso la Base Air Force di Wright-Patterson (WPAFB), avrebbe affermato che gli alieni dell'incidente di Roswell, avvenuto nel 1947, sarebbero stati trasportati dal presunto luogo dell'incidente in New Mexico alla base militare di Dayton nell'Ohio. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa è successo.

Gli alieni si troverebbero in tunnel sotteranei

Raymond Szymanksi è un ex ingegnere e un cacciatore di #UFO e avrebbe rivelato i segreti della base dell'Air Force nel suo nuovo libro "50 Shades of Greys".

Pubblicità
Pubblicità

Nel libro l'ex ingegnere spiega che il suo mentore, che ha soprannominato "Al", sapeva la verità sugli alieni dell'incidente di Roswell. Szymanksi affermerebbe che Al gli avrebbe mostrato una serie di tunnel scavati sotto la base che serviva come luogo di riposo e di sepoltura per gli extraterrestri trovati a Roswell. Tutti alla base erano al corrente del "segreto", ma nessuno lo avrebbe mai rivelato. Non è la prima volta che vengono alla luce fatti misteriosi accaduti molti anni fa che riguardano la presenza degli alieni sul nostro pianeta. Infatti è di poco tempo fa anche la dichiarazione di un generale jugoslavo che aveva avvistato un UFO nel lontano 1975. [VIDEO]

Tunnel per ospitare "i grigi"

Szymanski ha effettuato delle ricerche sulla base dove ha lavorato per 39 anni, anche perché aveva sentito in tutti questi anni moltissime brevi conversazioni che riguardavano il "segreto" di Roswell.

Pubblicità

Nessuno però avrebbe mai affermato la presenza degli alieni e delle loro macchine nei tunnel con sicurezza, ma neanche negato con fermezza. L'autore del libro ha indagato molto e nel libro fornisce tutta una serie di prove e fotografie molto convincenti ed è sicuro che la storia di Al sia vera. Lui stesso ha visitato i tunnel che ospiterebbero i "grigi", come vengono chiamati gli alieni, e avrebbe visto che questi tunnel sono dotati di impianti climatici all'avanguardia e camere profonde di criogeni sotteranei che si adattano alle esigenze degli alieni. Szymanski è convinto che non venga divulgata la notizia che in quei tunnel ci siano gli extraterrestri poiché noi umani non siamo "pronti". Molti studiosi sono infatti convinti che gli alieni siano atterrati sul nostro pianeta da moltissimo tempo. Nell'attesa non ci resta che attendere il parere degli esperti. #NASA #scienza