Sono stati resi noti i dati dell'ultimo sondaggio di Tecnè per TgCom 24 alla data del 5 febbraio 2014.

Dopo l'entrata nella coalizione dell'UDC di Pier Ferdinando Casini, vola il Centrodestra che raggiunge il 40,1% delle promesse di voto, superando abbondantemente il 37% della soglia per ottenere il premio di maggioranza secondo l'Italicum. All'interno dello schieramento, Forza Italia si attesta al 25,2% con una crescita dello 0,3% rispetto ai dati del 28 gennaio 2014. Cresce anche il Nuovo Centrodestra dello 0,2% e ottenendo il 4,5% delle preferenze, così come la Lega Nord che aumenta le promesse di voto dell 0,2% guadagnando il 3,5%. Il neo entrato UDC, pur facendo bene alla coalizione di Centrodestra con il suo 2,6%, perde lo 0,2% dei consensi.

Pubblicità
Pubblicità

Lo stesso vale per Fratelli d'Italia, in calo dello 0,2%, che si portano a quota 2,7%.

Il Centrosinistra raggiunge il 34,1% delle intenzioni di voto, in crescita dello 0,4% rispetto ai dati del 28 gennaio 2014. Il Partito Democratico resta praticamente invariato guadagnando lo 0,1% dei consensi e attestandosi al 31,2%. In miglioramento anche Sinistra Ecologia e Libertà dello 0,2% con il 2,2% delle preferenze complessive.

Diminuiscono i possibili voti del Movimento Cinque Stelle che ottiene il 20,5% delle promesse, in calo dello 0,4% dal sondaggio della settimana precedente.

Scelta Civica resta per il momento l'unico partito di Centro dopo l'abbandono dell'UDC e perde ancora lo 0,2% fermandosi all'1%, fortemente sotto la soglia di sbarramento. #Elezioni politiche #Sondaggi politici