Dopo la pausa delle scorse settimane è ripreso in questi giorni presso la Commissione Giustizia del Senato l'esame dei 4 ddl su Amnistia e Indulto 2015 fermi nell'Aula da Palazzo Madama da svariati mesi. Nonostante l'attenzione del governo Renzi paia al momento concentrata altrove, il tema dell'emergenza carceri continua ad essere alimentato da eventi collaterali e azioni di sensibilizzazione collettiva. Nelle scorse settimane si è assistito al tour dei Radicali che stanno girando nei principali penitenziari d'Italia per certificare le condizioni di vita all'interno delle strutture, quest'oggi bisogna invece segnalare i dati emersi a margine del Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina e Sanità Penitenziaria (SIMSP) che hanno fatto scattare l'allarme salute.

Novità Amnistia e Indulto 2015: allarme salute, 2 detenuti su 3 hanno una malattia, Renzi e Orlando stanno a guardare

Stando a quanto emerso a margine dell'ultimo congresso del SIMSP relativo alla tutela delle condizioni di salute dei detenuti italiani tenutosi a Cagliari dal 3 al 5 giugno, due carcerati su tre presentano una qualche forma di patologia. Il 48% del campione rientrato nell'indagine ha mostrato sintomi di una patologia infettiva, il 32% ha evidenziato segni di disturbi psichiatrici, il 17% ha palesato malattie scheletriche, il 16 malattie cardiovascolari e il 10 dermatologiche. Sebbene siano risultati in diminuzione i detenuti sieropositivi i dati emersi durante il dibattito ripropongono con grande veemenza il problema delle strutture carcerarie in Italia. L'elevato tasso di sovraffollamento non gioca certo a favore delle condizioni igienico-sanitarie con le malattie infettive a preoccupare oltre modo la polizia penitenziaria. Il sindacato di categoria ha spesso denunciato la persistenza di condizioni di vita insostenibili insieme ad una carenza strutturale di personale, ma Renzi e Orlando (Ministro della Giustizia) hanno dimostrato di non sentirci. L'impressione corrente è che scampato il pericolo UE (l'Italia ha rischiato di subire pesanti sanzioni) le alte sfere abbiano smesso di considerare il problema carceri per guardare altrove: non solo Amnistia e Indulto 2015 non vengono considerate ma anche la stessa riforma della giustizia prosegue a passi da lumaca. In passato abbiamo spesso lanciato dei sondaggi su un problema sociale così delicato e i risultati sono stati inequivocabili. Oggi vi rigiriamo il quesito: sareste favorevoli all'adozione di #amnistia e #indulto? Per quale motivo secondo il vostro punto di vista Governo e Parlamento stentano a considerare i due provvedimenti? Dateci un giudizio commentando il pezzo qui sotto!