Sono arrivati i risultati delle #Elezioni politiche in #Marocco e il Partito del primo ministro Abdeliah Benkirane è stato confermato come prima forza del Paese. Il PJD, partito Sviluppo e Giustizia, ha ottenuto 125 seggi in Parlamento su 395. I principali rivali del primo ministro sono i militanti del Partito Autenticità e Modernità (PAM), movimento che è vicino alle posizione di Re Mohammed VI, che hanno conquistato 102 seggi.

Terzo partito del paese è quello dei conservatori di Istiqlal, con 46 seggi. In Parlamento saranno presenti anche altre formazioni, come i 30 posti che andranno ad occupare gli indipendenti dell'Rni e i 21 del Movimento Popolare. 

I risultati delle elezioni dimostrano che nessuna organizzazione #politica del Paese ha raggiunto la maggioranza in Parlamento e questo porterà il Premier Benkirane a creare un governo di coalizione.

Pubblicità
Pubblicità

"Il popolo marocchino ha votato per PJD in maniera massiccia", le prime parole del premier uscente Abdeliah Benkirane. "Il PJD ha dimostrato oggi che essere seri, sinceri e fedeli alle istituzioni, in particolare la monarchia, è una moneta vincente", si legge sul sito della BBC. 

Il PAM, secondo partito marocchino, può ritenersi soddisfatto a metà della tornata elettorale, dato che il risultato è al di sotto delle aspettative ma è comunque migliore rispetto alle elezioni politiche del 2011, come dichiarato dal portavoce del Partito Autenticità e Modernità Khaled Adnoun.

Il dato più preoccupante che si è registrato in queste elezioni marocchine è, senza dubbio, la scarsa affluenza. Sono stati infatti soltanto circa 6 milioni e 750 mila i votanti, il 43% degli aventi diritto al voto. Rispetto a cinque anni fa i votanti sono in calo del 2%, visto che il 25 novembre 2011, quando Berkirane era stato eletto presidente per la prima volta, avevano votato il 45%.

Pubblicità

Il dato storico peggiore, comunque, resta quello del 2007 quando si erano presentati alle urne soltanto il 37% degli aventi diritti. In quell'occasione Berkirane era giunto al secondo posto, mentre il partito conservatore Istqilal aveva vinto le elezioni con Abbas El Fassi che era stato nominato Presidente.