Cambiano le Previsioni meteo di questa seconda settimana di giugno 2015. Gli aggiornamenti del CNMCA sulle previsioni meteo per questa settimana (8-14 giugno 2015) delineavano una situazione di alta pressione con caldo torrido e temperature pronte a sfiorare i 40 °C. Come molti, però, possono ben notare dagli acquazzoni di questi pomeriggi, la situazione è alquanto cambiata. Vediamo insieme gli aggiornamenti del per questa seconda settimana di giugno.

Temporali ed acquazzoni in arrivo: previsioni 8-14 giugno

Il nuovo bollettino meteo stravolge le previsioni date la settimana scorsa.

Sulla penisola italiana è in arrivo un'ondata di aria instabile carica di umidità che porterà frequenti fenomeni temporaleschi sottoforma di improvvisi acquazzoni. Vediamo un po' le regioni e le aree maggiormente interessate. Su tutta la penisola l'afa la farà da padrona soprattutto nelle prime ore del mattino per lasciare spazio nelle ore pomeridiane ad una condizione di alta pressione proveniente da Nord-Est che interesserà con moderata intensità soprattutto le regioni del versante tirrenico. Tuttavia, l'effetto su tutto lo stivale sarà limitato: non si assisterà a nessun calo di temperature ma esse rimarranno nella norma. Il tasso di umidità tenderà a salire di molto durante tutta la settimana a causa di una corrente di scirocco proveniente dall'Africa che investirà lo stivale a partire dalle regioni meridionali.

Il Nord sarà interessato, al mattino, per tutta la durata della settimana, da un tempo stabile e soleggiato con pochi fenomeni temporaleschi che interesseranno soprattutto l'arco alpino. In peggioramento la sera i versanti Nord-Ovest. Al Centro la situazione resta stabile con annuvolamenti e schiarite che si alterneranno durante tutta la giornata: assenti fenomeni temporaleschi.

Il Sud, invece, sarà interessato da un clima instabile in cui si alterneranno violenti acquazzoni e schiarite durante tutto l'arco della giornata. Già verso l'inizio della settimana prossima il tempo tornerà stabile, oltre la media stagionale le temperature e quelle percepite ancora più elevate a causa di un'insopportabile clima afoso. Per ulteriori informazioni, consultate sempre i muovi aggiornamenti.