Nuovo aggiornamento sulle Previsioni meteo per Pasquetta 2018, il lunedì successivo alla domenica di pasqua, quando milioni di italiani saranno impegnati nella tradizionale gita fuori-porta. Le ultime tendenze meteorologiche arrivano da Il Meteo e 3BMeteo, due dei più autorevoli portali meteo per quanto riguarda il territorio italiano. Nei giorni scorsi, come ricorderete, vi avevamo proposto un primissimo ragguaglio sul meteo previsto a Pasqua [VIDEO]. Vi consigliamo di confrontare le prime tendenze con quelle di questo nuovo contributo, in modo da avere un quadro più completo sulla situazione.

Che tempo fa a Pasquetta 2018?

Le ultime previsioni meteo per Pasquetta 2018 segnalano forte instabilità a cavallo tra la fine di marzo e inizio aprile, anche se dal 2 al 5 aprile dovrebbe arrivare tempo mite e gradevole.

Si ricorda che quest'anno Pasqua cade il giorno 1° aprile, invece il 2 aprile è il lunedì di Pasquetta. Questa è la previsione presentata dal sito ufficiale Il Meteo, che sottolinea l'arrivo a partire dal 20 marzo di un vento gelido proveniente dalla Siberia, una sorta di Burian bis, che tuttavia non dovrebbe causare gli stessi danni arrecati a milioni di italiani tra la fine del mese di febbraio e i primissimi giorni di marzo.

Le tendenze meteo per Pasqua e Pasquetta 2018 del portale 3BMeteo confermano l'instabilità descritta dal precedente modello durante la fine del mese di marzo. Secondo gli esperti del celebre sito italiano sulla meteorologia, le temperature potrebbero essere più basse rispetto alla media del periodo, a testimonianza del clima incerto che caratterizza questa stagione.

Secondo l'ultimo aggiornamento, tali condizioni meteo dovrebbero protrarsi anche nel corso dei primi giorni del mese di aprile, in concomitanza dunque sia con la domenica di Pasqua che il lunedì di Pasquetta.

Pasqua e Pasquetta precedute da Burian bis?

A partire dalla seconda metà del mese di marzo, intorno al giorno 20, l'Italia potrebbe salutare per la seconda volta quest'anno Burian, il vento gelido proveniente dalla Siberia. Stando agli ultimi aggiornamenti, il suo arrivo dovrebbe coincidere proprio con l'ingresso ufficiale della Primavera, che il Fondo Ambiente Italiano festeggerà con le tradizionali Giornate del FAI [VIDEO]. Se confermato, l'inizio della stagione primaverile sarebbe compromesso. Le regioni settentrionali e quelle meridionali vivrebbero di nuovo l'incubo di freddo, gelo e neve. I disagi maggiori dovrebbero verificarsi, per la seconda volta nel giro di tre settimane, sulle regioni che si affacciano nel Mar Adriatico, da Nord a Sud. Allerta, dunque, in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo e Puglia, dove sono attese - di nuovo - nevicate anche a quote basse. Secondo quanto affermato da Il Meteo, il Burian bis potrebbe persistere su tutta l'Europa, inclusa l'Italia, fino alla fine del mese.