Negli ultimi giorni le prime pagina delle maggiori testate giornalistiche nazionali e internazionali stanno battendo una notizia a dir poco sconvolgente: una balena è stata trovata spiaggiata nel cuore dell'Amazzonia.

Lo spiaggiamento non è avvenuto nella foresta

Una notizia del genere non passa inosservata e in poche ore è diventata estremamente virale, inondando le bacheche dei principali social network. E le speculazioni sull'avvenimento sono altrettanto altisonanti: c'è chi parla di alieni, chi di bracconaggio, chi asserisce che il mistero sia semplicemente irrisolvibile.

L'animale in questione è un giovane esemplare di Megaptera novaeangliae, Cetaceo noto come "Megattera", lungo circa 8 metri.

Eppure c'è una "piccola" imprecisione alla base della notizia: lo spiaggiamento non è avvenuto nella foresta, ma a circa 15 metri dalla riva della spiaggia di Araruna, località ubicata nell'isola di Marajó, nello stato brasiliano del Pará.

Si tratta di un'isola molto particolare, sicuramente anomala rispetto a quelle che siamo abituati osservare in Italia: si trova alla foce del Rio delle Amazzoni ed è un'isola deltizia, di fatto la più grande al mondo, sfiorando i 50000 chilometri quadrati se si considerano anche le più piccole isolette dell'arcipelago di cui fa parte.

Inoltre si trova pochi metri sopra il livello del mare, in media 15, e per diversi mesi all'anno è parzialmente sommersa, mantenendo sempre un aspetto paludoso.

Data la sua particolare conformazione e soprattutto in virtù del suo posizionamento al confine tra due ambienti come il Rio delle Amazzoni e l'Oceano Atlantico, l'isola è spesso soggetta al fenomeno della pororoca, una corrente che risale il fiume per più di 13 chilometri, presentando onde che in alcuni tratti superano i 4 metri d'altezza.

Di conseguenza un animale ferito o debole che si ritrova sotto costa durante una mareggiata può essere spinto anche a grandi distanze dalla linea di riva.

Cosa c'è di vero?

Sebbene i media abbiano volutamente creare del mistero attorno al rinvenimento, le dichiarazioni di Renata Emin, presidente del Bicho D’água Institute, erano ben chiare: "La creatura marina, che è lunga circa 26 piedi (8 metri), è stata trovata morta a circa 50 piedi (15 metri) dalla riva della spiaggia Araruna" e continua asserendo che l'unico vero mistero è per quale motivo il grosso Cetaceo si trovasse lungo le coste brasiliane in questo periodo dell'anno.

Circa 50 milioni di anni fa le balene, discendenti dai Mammiferi terrestri, sono tornate a vivere in mare ma si può stare tranquilli, ora non hanno deciso di tornare a terra.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la pagina Scienza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!