Reduce dalla Cop25 di Madrid e dall'essere stata eletta personaggio dell'anno secondo la rivista Time, Greta Thunberg è arrivata a Torino in una giornata di neve. La giovane ambientalista poche settimane fa alla conferenza dell'Onu aveva espresso il suo pensiero sul cambiamento climatico, rimproverando a gran voce e in diretta mondiale i leader politici di tutto il mondo. Oggi da Piazza Castello l'attivista svedese ha ribadito la necessità di non fermarsi e di continuare a lottare per difendere il Pianeta, l'Ambiente e il futuro dei nostri figli e nipoti.

Welcome to Turin, Greta

Greta Thunberg è arrivata a Torino per la cinquantesima edizione del Fridays for future. L'attivista svedese, rigorosamente con un'auto elettrica, è partita da Madrid, dove aveva partecipato alla Cop25, ed è giunta nel capoluogo piemontese questa mattina. Ad accompagnarla c'erano suo padre, il suo staff e dei documentaristi che seguono la sua attività ovunque vada per il globo.

Una giornata di neve e uno striscione con su scritto "Welcome to Turin, Greta" hanno accolto la Thunberg.

Greta si è recata in Piazza Castello dove ha preso parte al corteo del Fridays for future, iniziato alle 14:30 di oggi. Ad attenderla vi era anche la sindaca Chiara Appendino. La sedicenne, definita "personaggio dell'anno dal Time, si è presentata con un cappellino grigio e una giacca in tela cerata gialla, ovvero con la stessa tenuta con la quale appare sulla copertina del libro "La nostra casa è in fiamme".

Per Greta continuare a battersi per il clima non può più essere un'opzione

Prima della manifestazione Greta si è incontrata con alcuni ragazzi del Fridays For Future di Torino, ricevendo una delegazione del movimento al Teatro Regio. Il capoluogo piemontese potrebbe anche essere la sede del prossimo meeting internazionale del movimento Fridays For Future. Ad accoglierla sotto il palco c'erano cinquemila persone.

Greta ha aperto il suo intervento elogiando Torino e spiegando che nei prossimi giorni si prenderà una pausa per trascorrere le vacanze di Natale a casa.

L'attivista è poi entrata subito nel merito, dichiarando la necessità di non fermarsi adesso e di continuare a lottare per la salvaguardia del Pianeta: "Dobbiamo continuare, non possiamo fermarci, non è un'opzione". Il futuro per Greta è tutto da scrivere, un futuro che aprirà a una nuova decade, visto che il 2020 inizierà tra meno di tre settimane: "Non possiamo più dare per scontato il domani, noi giovani vivremo quel domani - sottolinea - Tra meno di 3 settimane entreremo in una nuova decade, che deciderà il nostro futuro.

Cosa faremo o non faremo cambierà il futuro. I nostri figli e nipoti vivranno in quel futuro."

Segui la pagina Ambiente
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!