Italia - Argentina 2013 è una gara che va ben oltre il contenuto meramente sportivo. Squadre in campo stasera allo stadio Olimpico di Roma in diretta televisiva su Rai 1 alle ore 20:45 con questi schieramenti iniziali:

Italia: Buffon, Maggio, Bonucci, Chiellini, Antonelli, Florenzi, Pirlo, Marchisio, Candreva, Giaccherini, Osvaldo. Il modulo dovrebbe essere il 4-2-3-1, schema assai gradito dal nostro commissario tecnico Cesare Prandelli. L'Argentina presenterà Andujar (per chi non lo sapesse, è l'ex portiere del Catania) tra i pali, linea difensiva con Campagnaro, Garay, Fernandez, Zabaleta, linea mediana con il neolaziale Biglia, Mascherano, Di Maria e l'interista Palacio, Maxi Rodriguez e il neonapoletano Higuain in attacco agli ordini del CT Sabella.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Come avrete notato c'è da registrare la defezione di Messi e Balotelli, le due superstar. C'è grande attesa anche per vedere all'opera bomber Higuain, di provenienza Real Madrid, che si candida seriamente a protagonista del prossimo campionato di serie A.





Grande emozione, alla vigilia di questo Italia - Argentina 2013, per l'udienza da Papa Francesco, che non capita certo tutti i giorni e che ha scaldato il cuore di tutti i componenti della Nazionale italiana. Nell'occasione al Santo Padre è stato donato l'ulivo dell'amicizia. Dopo la visita in Vaticano, mister Prandelli ha voluto sottolineare la necessità di un ritorno allo stadio delle famiglie, in un clima di rinnovata armonia e serenità per tutti in quest'epoca particolarmente difficile, ma anche il dovere di indignarsi ogni volta che nell'ambito sportivo si verificano episodi negativi che sono legati a fenomeni violenti. Prandelli insiste molto sul fatto che lo sportivo deve necessariamente proporsi di essere un modello di riferimento per i giovani e quindi un modello di comportamento che deve essere virtuoso, per avere un'emulazione positiva e soprattutto costruttiva.

I migliori video del giorno

Dal canto suo Papa Francesco, che apprezza da sempre il gioco del calcio, ha chiesto preghiere perché abbia la forza di giocare una partita onesta e coraggiosa nel particolare campo nel quale Dio lo ha collocato. Insomma ci sono davvero tutti gli ingredienti perché questo Italia - Argentina 2013 lasci una traccia indelebile nella storia dell'amicizia tra questi due popoli.