Non c'è stata partita, e diciamocelo chiaramente, non poteva nemmeno esserci: significherà qualcosa che la Juventus, lo scorso anno è arrivata prima mentre la Lazio ha veleggiato a metà classifica. La sola vittoria della Coppa Italia, non poteva porre sullo stesso piano le due squadre. E il campo lo ha dimostrato: 0-4 per la squadra bianconera campione d'Italia in carica, che presentava fra le sua fila il campione argentino Carlitos Tevez. L'intesa con Mirko Vucinic, sembra già a buoni livelli.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

E "se sono rose fioriranno".

E' la Juventus, quindi, che si aggiudica il primo trofeo della stagione, la Supercoppa di Lega, e lo fa nella maniera più spettacolare possibile, con quattro reti di altissima fattura delle quali tre, realizzate nella ripresa, dal settimo al dodicesimo minuto di gioco.

Lo stadio "Olimpico" di Roma, è stato lo scenario di una sfida che ha visto gli uomini del tecnico Antonio Conte assoluti protagonisti della gara.

Ad aprire le marcature ci ha pensato, uno dei maggiori protagonisti della passata stagione, quel Pogba, che due anni fa, il Manchester United quasi scartò e che nella Juve, è esploso in modo fragoroso. Eppure il giocatore francese  è subentrato a partita già iniziata, in sostituzione di Marchisio, uscito dal campo per infortunio, unica nota amara di una serata perfetta, per i colori bianconeri.

Nel primo tempo, la Lazio, ha cercato soprattutto, col gioco sulle fasce,di impensierire,la retroguardia juventina, ma di tiri verso la porta di Buffon, non se ne sono visti. Quindi la Juventus, forte del suo blasone e della sua attuale forza, ha avuto modo di passare per prima in vantaggio grazie ad un'azione finalizzata da Pogba.

I migliori video del giorno

Nel secondo tempo lo show juventino è continuato, con tre realizzazioni, nel giro di 5 minuti. Le realizzazioni, nell'ordine, portano la firma di  Chiellini, Lichtsteiner e Tevez, al suo primo goal ufficiale in maglia bianconera.

Al fischio finale dell'arbitro Rocchi, è il tripudio dei 25.000 tifosi bianconeri giunti a Roma, per seguire la propria squadra, con cerimonia di premiazione che vede il portiere Gianluigi Buffon alzare meritatamente l'ambìto trofeo al cielo.

Antonio Conte, tecnico della Juventus, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo la vittoria in Supercoppa, della sua Juve. "Sapevo che avremmo affrontato la gara con giusto piglio e sono felice di aver portato a casa per il secondo anno consecutivo l’accoppiata scudetto-Supercoppa. E’ stata una vittoria meritata. E’ tutto merito di questi ragazzi, sapevo che avrebbero affrontato la gara con il piglio giusto e così è stato. Sarà un’annata difficile, dovremo partire carichi come abbiamo fatto oggi, giocando con la testa e la voglia".

 Anche l'allenatore della Lazio,Vladimir Petkovic, ha rilasciato alcune dichiarazioni, dopo la netta sconfitta, subita col risultato di 0-4,contro la Juventus:"Abbiamo mollato dopo il secondo gol, mentre la Juve è stata furba. Ma fino al 2-0 non avevano creato grandi occasioni. Hanno meritato, noi ora dobbiamo tornare con i piedi per terra, dopo la finale vinta con la Roma. Dobbiamo fare un esame di coscienza, riconoscere i nostri errori e ricominciare da zero”.

 Ecco il tabellino della gara:

Juvenuts (3-5-2): Buffon; Barzagli (76' Caceres), Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (82' Ogbonna), Vidal, Pirlo, Marchisio (21' Pogba), Asamoah; Tevez, Vucinic. Allenatore: Conte. A disposizione: Storari, Peluso, Isla, Marrone, Padoin, Giovinco, Llorente, Matri, Quagliarella.

Lazio (4-2-3-1): Marchetti; Cavanda, Biava, Dias, Radu (57' Novaretti); Biglia, Ledesma (57' Floccari); Candreva, Hernanes (70' Onazi), Lulic; Klose. Allenatore: Petkovic. A disposizione: Bizzarri, Strakosha, Ciani, Cana, Konko, Gonzalez, Ederson, Kozak, Rozzi.

Arbitro: Rocchi

Marcatori: 23' Pogba, 52' Chiellini, 54' Lichtsteiner, 56' Tevez

Ammoniti: Barzagli (J), Hernanes, Dias (L)