Torino - Milan è il posticipo che chiuderà la terza giornata di campionato. Ma più che questo, ciò che più stuzzica la curiosità sarà rivedere Kakà in campo con la maglia rossonera. Oltre a vedere come si riesce ad ambientare un calciatore arrivato nemmeno 10 giorni fa e che con i compagni si è allenato pochissimo, restano da capire anche le sue condizioni fisiche visto che da oltre 2 anni non gioca con costanza.

QUI TORINO - Ma cominciamo dai padroni di casa.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Padelli vince ancora una volta il ballottaggio con Berni, ma le vere novità sono altre. Per la prima volta Ventura sembra voler rinunciare al suo classico 4-2-4 e tentare con un più coperto 3-5-2 che in fase difensiva diventa 5-4-1.

Glik, reduce da due partite con la nazionale, rimane in panchina, così come Meggiorini, mentre Immobile agirà da prima punta con Cerci a supporto. Esordio dal primo minuto di Farnerud.

QUI MILAN - Come detto, Kakà con ogni probabilità partirà dal primo minuto. Vedremo per la prima volta quest'anno il Milan disegnato da Berlusconi ad inizio estate, ovvero quello col trequartista e le due punte. Matri vince il ballottaggio con El Shaarawy per affiancare Balotelli. Per il resto la squadra resterà la solita, a parte il ruolo di terzino destro che, vista la contemporanea assenza di De Sciglio, Abate e Bonera, andrà a Zaccardo. Queste le probabili formazioni:

Torino (3-5-2): Padelli; Darmian, Rodriguez, Moretti; D'Ambrosio, Brighi, Vives, Farnerud, Pasquale; Cerci, Immobile.

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Zaccardo, Zapata, Mexes, Emanuelson; Montolivo, De Jong, Muntari; Kakà; Balotelli, Matri.

I migliori video del giorno