Decima giornata di campionato che si è aperta ieri alle 20.45 con Atalanta - Inter, finita 1 – 1 con i gol di Denis per i bergamaschi e di Alvarez per i nerazzurri.

Stasera invece alle 20.45 sono scese in campo:

Cagliari - Bologna, 0 – 3 con le reti di Garics, Kone e Pazienza (B)

Fiorentina - Napoli, 1 – 2 con le reti di Callejon (N), Rossi (F) e Mertens (N)

Genoa - Parma, 1 – 0 con la rete di Gilardino (G)

Juventus – Catania, 4 – 0 con le reti di Vidal, Pirlo, Bonucci e Tevez (J)

Livorno - Torino, 3 – 3 con le reti di Immobile (T), Glick (T), Paulinho (L), Greco (L), Emerson (L) e Cerci (T)

Milan - Lazio, 1 – 1 con le reti di Kakà (M) e Ciani (L)

Sassuolo - Udinese, 1 – 2 con le reti di Di Natale (U), Zaza (S) e Muriel (U)

Verona - Sampdoria, 2 – 0 con le reti di Gomez taleb e Toni (V)

Ecco come cambia la classifica dopo la decima partita di campionato:

la Roma resta salda e da sola al primo posto con 27 punti, ma deve giocare domani il suo decimo turno; seguono Napoli e Juventus a pari con 25 punti; Inter e Verona si contendono subito dopo il quarto posto con 19 punti; Fiorentina sola a 18 punti; dietro subito la Lazio con 15 punti; Udinese e Atalanta a 13 punti; Milan e Parma seguono a 12 punti; Torino e Genoa a 11 punti; Cagliari a 10 punti; Livorno, Sampdoria e Bologna a 9 punti; Catania e Sassuolo a 6 punti e in coda alla classifica troviamo il Chievo con 4 punti che gioca domani contro la capolista.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

La decima di campionato conferma ancora una volta le rivali numero uno della Roma per lo scudetto 2013/2014. Pessime le condizioni di Catania, Sassuolo e Chievo che, se domani vince la sfida contro la capolista, lascia l'ultimo posto e può sperare alla salvezza a fine campionato.