Il Napoli sta disputando una discreta stagione. Terzo in campionato alle spalle della stellare Juventus di Conte e della Roma di Garcia, nei 16esimi di finale di Europa League, dopo aver disputato un eccellente girone di Champions League, senza demeritare nei doppi confronti con Borussia Dortmund e Arsenal e condannato soltanto dalla differenza reti sfavorevole nei confronti diretti.

L'unico neo è stato ed è il rendimento della difesa, deficitario, che spesso ha compromesso o rischiato di compromettere il lavoro svolto dagli altri reparti. Non è un mistero che Benitez per gennaio abbia chiesto al suo patron De Laurentiis e al direttore sportivo Bigon di tuffarsi sul mercato e di mettergli a disposizione un centrale di difesa capace di affiancare Raul Albiol, l'unico veramente affidabile già in rosa, stando ai balbettii dei vari Britos, Fernandez, Cannavaro, etc.

Indiscrezioni dell'ultima ora vorrebbero che il Napoli abbia fatto la prima mossa in tal senso. E' stato chiesto ufficialmente al Liverpool il prestito di Daniel Agger, classe '84. Il difensore centrare danese è un vecchio pallino di Benitez che più volte è stato accostato a voci di mercato che vedevano coinvolto il club partenopeo. Pare che adesso la società si sia mossa in modo più deciso chiedendo il prestito del giocatore già a gennaio. In questo momento, la società è in attesa di una risposta ufficiale da parte del club inglese.

Non è facile che il Liverpool accolga la richiesta di prestito del proprio centrale ma è uno scenario possibile e denota sicuramente la volontà della società di agire con tempestività e decisione sul mercato.

L'imperativo è quello di mettere a disposizione di Benitez una rosa competitiva che gli consenta di essere competitivo su tutti i fronti e di centrare nuovamente la (fondamentale) qualificazione alla Champions League dell'anno prossimo. Se non sarà Agger a blindare il reparto difensivo del Napoli, sarà sicuramente qualcun altro.

Ma le intenzioni della società sono comunque chiare. Basterà attendere i prossimi sviluppi, al massimo il mese di gennaio.