Dopo il pareggio di ieri sera ottenuto nella difficile trasferta della gara d'andata degli ottavi di Europa League, i pronostici, con una inversione di tendenza rispetto a prima, sono adesso tutti favorevoli alla Fiorentina. Nonostante Montella ammetta che il passare del turno sarà molto difficile, la possibilità di eliminare la Juventus dalla competizione è una realtà alquanto verificabile.

Quella dell'allenatore viola appare come tattica scaramantica più che una vera e propria ammissione, buttata lì tanto per non crearsi false illusioni. Anche la convinzione di Llorente, che saranno i bianconeri ad ottenere la qualificazione, ne sa di grido quasi disperato.

La Juventus è la formazione più forte d'Italia, quasi sicuramente vincerà il campionato, prima dell'Europa League era in Champions, il divario di qualità tra le due formazioni è argomento noto ai più tanti. Eppure la Fiorentina quasi certamente riuscirà ad eliminare i bianconeri. Nella partita di ritorno, che si giocherà a Firenze la prossima settimana, avrà da amministrare un risultato di parità, forte del fatto di aver segnato un gol in trasferta. Lo 0 a 0 da cui si partirà la vedrebbe qualificata. Certo, anche vero è che far passare 90 minuti per difendere un pareggio a reti inviolate non sarà come dirlo, specie contro una Juventus che sputerà sangue piuttosto di mettere la palla in rete. Però, almeno da quanto si è visto ieri sera, la Fiorentina sa bene come rendere inoffensive le manovre bianconere e, fatto ancor più importante, sa colpire in modo spietato al momento opportuno.

Gran merito va riconosciuto al suo tecnico, giovane e già molto competitivo. La mossa Gomez è stata una scelta coraggiosa che si è dimostrata azzeccata. Un rischio lucidamente calibrato che ha ribaltato risultato e pronostico. La Juventus ha aggiunto senza dubbio del suo, una prestazione opaca, spesso disordinata, con una formazione di partenza non del tutto convincente e, visto come sono andate le cose, rivedibile in buona parte.

Anche la doppia sfida di campionato, volendo ragionare sui risultati di andata e ritorno in ottica di eliminazione diretta, darebbe verdetto favorevole alla formazione toscana. Il 4 a 2 dell'andata a Firenze e l'1 a 0 di pochi giorni fa a Torino porterebbero i viola ai quarti di finale. Inoltre, dato statistico rilevante, i bianconeri hanno subito l'unica sconfitta di campionato proprio in quel rocambolesco turno d'andata quando in vantaggio per due reti ne subirono quattro in quindici minuti.

E sì che c'era uno strepitoso Pepito Rossi, ma adesso c'è un altrettanto recuperato Mario Gomez a voler regalare ai tifosi viola un'altra gran bella soddisfazione.

Segui la nostra pagina Facebook!