"Perché il nostro ct Cesare Prandelli non porta Fantantonio ai mondiali 2014?". Una gran parte di italiani ed in particolare i tifosi del Parma continuano a porsi tale domanda. Sono numerosi i motivi per cui Antonio Cassano andrebbe portato al mondiale. Il fantasista, infatti, ha già giocato all'europeo di due anni fa al fianco del titolarissimo Mario Balotelli e i due si conoscono alla perfezione. I numeri sono dalla sua parte poiché alla ventisettesima giornata di campionato ha riservato agli spettatori 9 gol, numerosi assist e giocate affascinanti.

L'Italia, inoltre, non ha nelle sue fila un giocatore con le stesse abilità tecnico tattiche del giocatore gialloblu e non può fare di certo affidamento su un giocatore come Giuseppe Rossi, che nonostante sia un fuoriclasse, è tanto forte quanto fragile. La nazionale e il ct possono contare su attaccanti forti fisicamente, veloci, rapidi e agili, come Cerci e Diamanti. Nessuno fra questi, tuttavia, possiede quella dote che permette di essere imprevedibili in ogni giocata.

Tale qualità non manca certamente al fantasista che, però, con le sue "cassanate" ha sempre riservato qualche problema al ct azzurro.

Famoso fu l'episodio avvenuto in conferenza stampa quando gli si chiese un parere sugli omosessuali all'interno dello spogliatoio. Convocando Fantantonio, Prandelli avrebbe anche il problema di reinserire nel gruppo, ormai consolidato, un uomo con un grande carisma che però è fuori dai piani del ct dalla finale dell'europeo persa per 4-0 contro la Spagna. Cassano è ormai un ragazzo di 31 anni con tanta esperienza azzurra, ma non ha mai avuto la gioia, per colpe esclusivamente sue, di disputare una partita ad un mondiale.

Purtroppo o per fortuna non bastano grandi doti tecniche per partecipare ad un mondiale.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto